Home News Austep si espande in Corea, Bulgaria, Romania e Stati Uniti

Austep si espande in Corea, Bulgaria, Romania e Stati Uniti

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
austep mercato coreano

austep mercato coreanoDal 1995 Austep si posiziona come azienda leader nella progettazione e realizzazione di impianti biogas e trattamento acque, per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Negli anni l’azienda si è specializzata nel trattamento di differenti tipologie di matrici, diventando protagonista nel trattamento della frazione umida dei rifiuti solidi urbani per la produzione di biogas ed energia.

L’affidabilità di Austep, favorisce il proprio posizionamento, confermato dal progetto di internazionalizzazione che vede, tra gli obiettivi raggiunti, già una presenza interessante dei propri impianti in Bulgaria, Romania, Stati Uniti e Corea.

Il mercato coreano, in particolare, ha rappresentato sin dall’inizio del 2014 un’opportunità interessante per Austep che ha risposto proponendo le proprie soluzioni tecnologiche applicate agli impianti biogas, ottenendo particolare successo per la provenienza da FORSU.

La risposta si è concretizzata in una partnership con la società coreana SN Energy, società che opera nel settore delle energie rinnovabili. Negli ultimi mesi si sono infatti attuati progetti per impianti biogas da FORSU per aziende private coreane che sviluppano e concentrano la propria attività nella fornitura di servizi di smaltimento dei rifiuti provenienti da scarti alimentari.

In particolare si sono eseguite prove pilota, è stata finalizzata la documentazione autorizzativa, la progettazione esecutiva è in fase di realizzazione e proprio in questi giorni si sta tenendo un training a personale coreano per la gestione futura dell’impianto.

“Abbiamo esplorato diversi mercati in Europa e negli Stati Uniti e quello coreano è solo un esempio di come stiamo operando all’estero, rappresenta un punto di arrivo, ma anche di partenza” commenta Alessandro Massone, Presidente e CEO di Austep “la competenza, l’esperienza, lo sviluppo di nuove tecnologie e soprattutto la ricerca interna che ci consente di eseguire prove pilota con il rifiuto organico del paese in cui proponiamo i nostri impianti, ci permettono di dare risposte puntuali ed efficaci anche all’estero. La nostra partecipazione recente a una fiera in Corea ci ha regalato grandi soddisfazioni, ma anche riscontri concreti. Il mercato è pronto e lo siamo anche noi”.

Condividi: