Home News Gran Bretagna, un sistema di stoccaggio della CO2 sotto il mare

Gran Bretagna, un sistema di stoccaggio della CO2 sotto il mare

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
stoccaggio co2

stoccaggio co2Circa 300 milioni di euro di finanziamenti europei andranno a Drax, che nel Regno Unito già gestisce la più grande centrale elettrica del paese, per un nuovo impianto a carbone a Selby, nello Yorkshire, i cui inquinanti saranno poi convogliati e immagazzinati in un grande sito di stoccaggio sotto il Mare del Nord

Annunciata dal Guardian, la notizia ha destato molto interesse negli operatori energetici, in quanto si tratta del primo progetto europeo su larga scala di carbon capture and storage (Ccs), ovvero di immagazzinamento dell’anidride carbonica.

Nel caso in questione, oltre il 90% della CO2 finirà immagazzinata sotto il mare, per un impianto che sarà in grado di dare energia elettrica a oltre 630mila abitazioni. Già lo scorso maggio il comitato parlamentare sull’energia aveva chiesto una via preferenziale per gli impianti di Ccs, considerati di grande beneficio per l’ambiente.

Il progetto in questione, chiamato White Rose e realizzato da Drax in collaborazione con Alstom e Boc, ha ricevuto una gran parte di quel miliardo di euro garantito dall’Unione Europeo a progetti di efficientamento ambientale degli impianti energetici.

Condividi: