Home News Nel 2050 la produzione da fonti rinnovabili al 65 percento

Nel 2050 la produzione da fonti rinnovabili al 65 percento

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
energie rinnovabili

energie rinnovabiliOggi il 65% dell’energia elettrica viene prodotta con combustibili fossili e il 20% tramite energie rinnovabili ma tali percentuali sono destinate a essere ribaltate nel 2050, con l’energia verde a coprire il 65% della produzione elettrica.

Questo è quello che stima il rapporto 2014 dell’Agenzia Internazionale per l’Energia (Aie) sulle prospettive delle tecnologie energetiche, presentato oggi a Roma presso l’Auditorium Via Veneto.

Il rapporto, illustrato ai presenti dal Jean-Francois Gagné, capo della divisione Energy Technology Policy dell’Aie, dipinge un’economia mondiale sempre più dominata dall’energia elettrica, la cui quota sul totale della domanda di energia è raddoppiata negli ultimi 40 anni.

Attraverso la presentazione di diversi scenari alternativi, il rapporto individua i possibili percorsi di breve e medio periodo per gestire la transizione verso un sistema energetico low carbon, identificando il ruolo attivo dei decisori politici, degli operatori di settore, dell’industria e della ricerca.

In tutti gli scenari presi in considerazione dall’Aie, entro il 2050 la domanda di energia elettrica appare destinata a crescere fino a coprire nel 2050 un quarto del totale della domanda di energia. Entro il 2050, inoltre, le emissioni di CO2 sono previste in diminuzione del 90 percento rispetto ai livelli del 2011, proprio in virtù della crescita del ruolo delle fonti rinnovabili nel mix energetico.

L’Enea, ente organizzatrice dell’evento, nel corso della presentazione ha illustrato, da parte sua, le attività che sta mettendo a punto in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico per realizzare gli obiettivi di monitoraggio sullo stato e sulle prospettive di sviluppo delle tecnologie energetiche in Italia.

Condividi: