Home News La Cina condanna i dazi USA sui pannelli solari cinesi

La Cina condanna i dazi USA sui pannelli solari cinesi

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
pannelli solari cinesi

pannelli solari cinesiLa decisione del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti di imporre di dazi preliminari pari al 165,05% del valore di mercato di celle e pannelli solari made in China potrebbe danneggiare le relazioni tra le industrie solari di entrambi i Paesi.

Il Ministero del Commercio cinese ha condannato la decisione, ancora non definitiva, di imporre dazi sulle importazioni sul fotovoltaico proveniente da oltre Muraglia.

La polemica tra Cina e Stati Uniti sulle esportazioni statunitensi di pannelli solari si trascina dal 2012, quando erano cominciate le indagini delle autorità statunitensi, a poche ore di distanza da quelle dell’Unione Europea sui produttori di pannelli solari cinesi, accusati di vendere sul mercato dell’Eurozona celle e moduli sotto costo.

Nei mesi scorsi, la Us International Trade Commission aveva deciso di giudicare come dannosi i moduli prodotti in Cina anche se con celle provenienti da Taiwan. La Cina si era allora dichiarata aperta a negoziati commerciali, ma aveva chiesto una giusta e oggettiva gestione della disputa.

“La frequente adozione di rimedi commerciali non può risolvere i problemi dello sviluppo dell’industria solare statunitense” ha spiegato un portavoce del Ministero cinese “Speriamo che gli Stati Uniti possano gestire questa indagine con prudenza, portare a termine le indagini velocemente e creare un ambiente sano per la competizione nell’industria solare globale”.

Il Dipartimento del Commercio statunitense si riserva fino al 15 dicembre prossimo di prendere una decisione definitiva sui dazi per i pannelli solari cinesi.

“Se i crescenti problemi tra le industrie solari di Cina e Stati Uniti saranno ignorati” avverte il Ministero del Commercio “alla fine saranno danneggiati le industrie di entrambi i Paesi”.

Fonte: AGI Energia

Condividi: