Home Eventi Bicistaffetta, tutte le strade portano a Roma, anche in bicicletta

Bicistaffetta, tutte le strade portano a Roma, anche in bicicletta

pubblicato il: - ultima modifica: 8 Agosto 2020
bicistaffetta fiab

bicistaffetta fiabSi terrà dal 9 al 13 settembre la 14esima edizione di Bicistaffetta, evento organizzato da FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, per promuovere lo sviluppo della rete ciclabile nazionale e il cicloturismo. La manifestazione quest’anno prevede un percorso in bicicletta lungo la Ciclovia Romea Francigena che, dopo un prologo a Napoli, toccherà le città di Benevento, Cassino, Fiuggi e Roma.

La pedalata sarà intervallata da incontri con cittadini, amministrazioni pubbliche e organi di informazione in cui i partecipanti porteranno esempi concreti dei territori attraversati con l’intento di sensibilizzare i vari attori sociali sull’uso della bici e sulle risorse da promuovere e sviluppare in materia di cicloturismo, in molte aree del Mezzogiorno sicuramente meno organizzato rispetto ad altre regioni italiane.

La tappa napoletana, prevista per martedì 9 settembre, sarà un’occasione per percorrere la ciclabile urbana, parte integrante della Ciclovia del Sole, a sua volta grande arteria ciclabile del Paese che porta fino a Firenze.

ll percorso di Bicistaffetta 2014 si muove su circa 300 km di strada e contempla scorci e passaggi suggestivi, molti dei quali inusitati, con lo scopo di esplorare il territorio e consolidare la fruibilità del percorso. Si parte dalla sannitica Benevento e si segue il corso dell’antica via Latina, che attraversa le fertili campagne di vitigni e ulivi bagnate dal Volturno.

A Venafro si apre uno dei più cruenti teatri di guerra del secondo conflitto mondiale che vide il suo epilogo nella battaglia dell’abbazia di Cassino, di cui quest’anno ricorre il 70esimo anniversario. Ci si inoltra, poi, nel cuore dell’Appennino attraverso i luoghi di millenaria spiritualità della valle di Comino, come l’abbazia di Casamari. La via che conduce infine alla Capitale è l’antica Prenestina che transita per Fiuggi dove, per chi lo desiderasse, è possibile godersi una sosta rilassante nelle celebri terme prima di riprendere il cammino. L’arrivo a Roma è previsto per il pomeriggio di sabato 13, coronato dalla cerimonia di chiusura di Bicistaffetta 2014.

La Ciclovia Romea Francigena, presa stavolta in direzione opposta rispetto al percorso che scende dal nord verso la capitale della cristianità, corrisponde all’itinerario n°3 del grande progetto Bicitalia, la prima mappa della rete cicloturistica nazionale realizzata da FIAB e dal Ministero dell’Ambiente. In realtà, questo tratto di Bicitalia (1500 km) è il segmento italiano dell’itinerario Eurovelo 5 che, come la Via Francigena originale, da Canterbury arriva fino a Brindisi, transitando, ovviamente, per la Città Eterna.

In occasione di Bicistaffetta il percorso sarà completamente dotato di segnaletica leggera, con la presenza di adesivi sui cui è riportato il logo Eurovelo, che consentirà ai partecipanti di mantenere agevolmente il contatto con il gruppo e di verificare con riferimenti sicuri, da vere sentinelle dell’ambiente, lo stato delle vie ciclabili. I pernottamenti saranno in hotel che aderiscono ad Albergabici, il circuito nazionale creato da FIAB per identificare hotel, bed & breakfast, campeggi, agriturismi, rifugi montani che offrono accoglienza ai turisti sulle due ruote con strutture e servizi dedicati.

Il percorso di Bicistaffetta 2014, non particolarmente lungo né impegnativo, è adatto a tutti. Si può scegliere di partire da Napoli (9 settembre) o direttamente da Benevento (10 settembre) e, lungo tutto il tragitto, è possibile effettuare soste ed escursioni libere, sfruttando poi la segnaletica per raggiungere il gruppo e le guide nei punti di ritrovo previsti. La quota di partecipazione per 5 giorni e 4 notti, trattamento di mezza pensione e furgone per spostamento bagagli, è di 290 euro a persona.

Condividi: