Home Imprese Sostenibili Parco della Maremma: ci si può spostare con le auto elettriche

Parco della Maremma: ci si può spostare con le auto elettriche

città: - pubblicato il:
auto elettriche parco della maremma

auto elettriche parco della maremmaIl Comune di Grosseto con la società Sistema e il Parco regionale della Maremma hanno avviato da qualche giorno una sperimentazione che ha pochi precedenti in Italia: il noleggio di auto elettriche all’interno dell’area protetta.

La sperimentazione relativa al noleggio di auto elettriche è partita il 23 luglio utilizzando due Birò, a cui presto a si aggiungeranno due modelli Icaro.

Il Parco della Maremma ha anche già deliberato in merito alle disposizioni organizzative e gestionali da rispettare per la sperimentazione del servizio di noleggio e per l’utilizzo delle auto elettriche, attraverso una convenzione con Sistema e un soggetto gestore, la MBM.

Le auto elettriche saranno messe sotto carica nell’area appositamente individuata vicino agli uffici direzionali. Il soggetto gestore del noleggio (la MBM) provvederà, ogni sera, a mettere sotto carica le auto in modo da permetterne l’utilizzo il giorno successivo da parte dei turisti.

Ogni Birò sarà provvisto di un dispositivo per il passaggio alle sbarre in località Vaccareccia. Una volta raggiunta Marina di Alberese le auto elettriche noleggiate potranno sostare sotto una tettoia all’interno del centro-servizi. È già stata predisposta un’adeguata segnaletica.

“L’iniziativa” spiega il presidente del Parco Lucia Venturi “si inquadra nel progetto di mobilità sostenibile proposto dall’Ente ormai dal 2007, progetto che ha prima visto la realizzazione della pista ciclabile che collega la frazione di Alberese con Marina di Alberese, quindi la convenzione con Tiemme per l’implementazione del servizio di trasporto pubblico tra le frazione di Alberese e Rispescia e la costa, infine l’utilizzo in prova di auto elettriche che il Comune ci ha messo a disposizione”.

“Quella della mobilità sostenibile è uno degli interventi promossi dall’amministrazione comunale nell’ambito della politica a tutela dell’ambiente e per la qualità della vita nelle aree urbane ed extraurbane” dice l’assessore all’Educazione ambientale del Comune di Grosseto, Giancarlo Tei “Si tratta di una strategia che prevede azioni mirate, iniziative concrete e progetti educativi che coinvolgono adulti e bambini. L’utilizzo di mezzi elettrici (auto, piccoli furgoni, biciclette) da parte dell’Ente rappresenta un po’ la summa di tutto questo. È un segno tangibile di rispetto dell’ambiente che va anche nella direzione dell’alleggerimento del traffico. Ma è anche un esempio per i cittadini e uno stimolo a seguire questa strada. Non a caso abbiamo voluto installare anche delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche in citta e nella frazioni. Proprio per dare subito concretezza a questo progetto e un servizio a chi utilizza questi mezzi e a chi è intenzionato a farlo”.

“Per noi la scelta del mezzo elettrico” conclude Lucia Venturi “è strategica. Quest’anno partiamo con una sperimentazione con queste prime 4 auto con cui al 100 per cento ecologiche. Ci piacerebbe in seguito, assieme al Comune, attivare un vero e proprio servizio di car sharing, pensato per il turismo, con cui offrire l’opportunità di creare una mobilità diversa, più rispettosa dell’ambiente all’intermo del Parco”.

Condividi: