Home News Accumulo di energia da fonti rinnovabili: in arrivo le regole

Accumulo di energia da fonti rinnovabili: in arrivo le regole

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
sistemi di accumulo

sistemi di accumuloArriverà entro l’estate la delibera dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg) per i sistemi di accumulo da abbinare agli impianti rinnovabili a uso domestico. Lo ha assicurato il Ministero dello Sviluppo Economico durante un’interrogazione parlamentare riguardante le fonti rinnovabili non programmabili con il sistema elettrico e con le ordinarie regole di mercato.

La questione, che a prima vista appare ostica e tecnica, riguarda da vicino tutti quanti; perlomeno tutti coloro che hanno deciso di produrre energia elettrica montando pannelli fotovoltaici sopra il tetto di casa, o sfruttando impianti di minieolico (per la verità non molto diffusi nel Belpaese).

Ma di cosa si tratta? L’Aeeg dovrà pubblicare tutte quelle regole che renderanno possibile l’integrazione di batterie per l’accumulo (tecnicamente definito storage) di energia prodotta da fonti rinnovabili, e non immediatamente utilizzabile, con il sistema elettrico. Si tratta di una soluzione a uno dei problemi fondamentali che limita l’efficienza dell’utilizzo di energia rinnovabile e che garantirà una maggiore sicurezza del sistema.

Uno dei grandi problemi nell’utilizzo dell’energia elettrica è la difficoltà di accumularla: a differenza di altre risorse o prodotti, non è possibile produrre elettricità e conservarla, ma in ogni istante deve esserci equilibrio tra consumo e produzione di energia. E così l’energia prodotta dal sole tramite i panelli fotovoltaici va immediatamente utilizzata, per esempio dal proprietario stesso della casa sul cui tetto sono installati i pannelli, oppure, nella migliore delle ipotesi, immessa nella rete elettrica per essere trasportata a chi ne necessita.

Continua a leggere l’articolo Ministero Sviluppo: pronte regole sulle batterie per accumulare l’energia da fonti rinnovabili pubblicato da Il Ghirlandaio.

Condividi: