Home Imprese Sostenibili Domenica 28 si inaugura la Casa dell’Acqua di Garbagnate

Domenica 28 si inaugura la Casa dell’Acqua di Garbagnate

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
casa dell'acqua gruppo cap

casa dell'acqua gruppo capValorizzare la qualità dell’acqua di rete, diffondere stili di vita sostenibili e far conoscere ai cittadini il lavoro delle aziende pubbliche per garantire un servizio idrico efficiente: sono questi gli obiettivi del progetto Case dell’Acqua del Gruppo CAP, giunto alla struttura numero 137.

Si inaugura infatti domenica 28 settembre alle 11 in piazza del mercato (via Como) la Casa dell’Acqua di Garbagnate Milanese, alla presenza del sindaco Pier Mauro Pioli del presidente di CAP Holding Alessandro Ramazzotti e del vicepresidente Franco De Angeli.

Con questa struttura il Gruppo CAP arriva a 137 Case dell’Acqua realizzate nel territorio servito, ognuno dei quali fornisce circa 1500 litri d’acqua al giorno, che corrispondono a 1000 bottiglie di plastica risparmiate. L’obiettivo è spiegare ai cittadini che bere acqua di rete, del proprio rubinetto di casa o delle Case dell’Acqua, è una scelta importante verso l’adozione di stili di vita sostenibili, perché consente di evitare la produzione, il trasporto e lo smaltimento di ingenti quantità di plastica. Inoltre è una scelta sicura, perché l’acqua del nostro territorio è buona, sicura e garantita da rigorosi controlli periodici effettuati sia dai laboratori interni alle aziende del Gruppo che dall’ASL.

Domenica mattina, dopo i discorsi ufficiali e il taglio del nastro, ai cittadini presenti sarà consegnata una bottiglia di vetro con l’etichetta dell’Acqua di Garbagnate, che riporta i valori delle ultime analisi effettuate dal Laboratorio Analisi di Amiacque e il confronto con i requisiti previsti dalla legge per l’acqua potabile: un omaggio del Comune di Garbagnate e del Gruppo CAP per ricordare ai cittadini che l’acqua di rete è sicura e ottima da bere.

Nella struttura di Garbagnate l’acqua naturale sarà erogata senza limiti, mentre per la gasata è necessario essere residenti nel Comune, poiché l’erogazione è controllata da un sistema di lettura della Carta Regionale dei Servizi e prevede la possibilità di attingere 6 litri d’acqua a settimana per ogni residente. Le Case dell’Acqua del Gruppo CAP hanno ottenuto e confermato la certificazione ISO 22000:2005 per la sicurezza alimentare.

Condividi: