Home News Architettura Open Source, verso una progettazione aperta

Architettura Open Source, verso una progettazione aperta

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
architettura open source

architettura open sourceÈ di imminente pubblicazione da parte di Einaudi Le Vele il volume Architettura Open Source che tratta del grande rinnovamento nel modo di progettare le nostre città sull’onda del movimento Open Source e dei nuovi modelli di partecipazione in rete.

È in corso un grande rinnovamento nel modo di progettare le nostre città sull’onda del movimento Open Source e dei nuovi modelli di partecipazione in rete. È una rivoluzione che ci riguarda.

La figura dell’architetto-eroe ha segnato gran parte della storia dell’architettura del Novecento. Ma non è sempre stato cosí: in passato il modo di progettare e costruire case e città è spesso avvenuto con metodi collaborativi, idee sviluppate dal basso piú che imposte dall’alto.

Qualcosa di simile sta accadendo oggi, sull’onda del movimento Open Source e dei nuovi modelli di partecipazione in rete. Si tratta potenzialmente di una vera rivoluzione nel campo dell’architettura e del design. La esplorano Carlo Ratti e Matthew Claudel, partendo dalle trasformazioni in atto e gettando le basi per un modo nuovo di progettare dal cucchiaio alla città.

Carlo Ratti, architetto, ingegnere e agit-prop, svolge attività professionale in Italia e insegna al MIT, dove ha fondato il Senseable City Lab. Incluso da Wired tra le 50 persone che cambieranno il mondo, scrive su Architectural Review, Il Sole-24 Ore, Scientific American e il New York Times. Suoi lavori sono stati esposti, tra l’altro, alla Biennale di Venezia, al MoMA e al Guggenheim Museum di New York.

Condividi: