Home Studenti Green A Mottola, in Puglia, nasce la scuola per tecnici del legno

A Mottola, in Puglia, nasce la scuola per tecnici del legno

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
gruppo de carlo

gruppo de carloIl Gruppo De Carlo di Mottola, in provincia di Taranto, ha sottoscritto un protocollo d’intesa che coinvolge l’Istituto Secondario di Istruzione Superiore Lentini-Einstein di Mottola e l’Amministrazione Comunale con l’intento di favorire la costituzione di un Istituto per Tecnici del Legno e dell’Arredamento nella provincia tarantina.

Per la prima volta in Puglia un’impresa del comparto Legno-Arredo sollecita la pubblica amministrazione e si integra nel sistema scolastico con la volontà di fondare un Istituto Tecnico pubblico, con utenza regionale, nazionale e internazionale, che possa formare diplomati Tecnici del Legno e Arredo con qualifica quinquennale (diploma di maturità con indirizzo industria e artigianato, prodotti in legno per il settore edile e arredo) e la figura degli Operatori del Legno con qualifica triennale. L’obiettivo dell’iniziativa è di promuovere lo sviluppo imprenditoriale e sociale del territorio e incoraggiare la formazione di giovani professionisti specializzati e competenti.

Il programma sottoscritto tra il Gruppo pugliese, l’Istituto Lentini e il Comune di Mottola, prevede la costituzione di un Comitato Tecnico-Scientifico che programmerà per l’anno 2015/2016 l’offerta formativa dell’Istituto orientandola verso il nuovo percorso di studi con indirizzo Tecnico dell’Industria del Legno e dell’Arredamento e porrà le basi per la costituzione di una scuola indipendente.

L’azienda consentirà l’accesso ai laboratori e ai reparti di falegnameria del proprio stabilimento e metterà a disposizione banchi di lavoro, attrezzature d’avanguardia e impianti per la lavorazione di una linea dedicata; gli studenti potranno usufruire anche del laboratorio per le attività di ricerca e sviluppo sui prodotti verniciati realizzato in collaborazione con il Dipartimento PRO.GE.S.A dell’Università di Bari; i responsabili di reparto svolgeranno il ruolo di tutor per tutto ciò che concerne materiali, tecnologia applicata e processi produttivi. L’attività operativa sarà affiancata da una più strategica volta a formare nelle aree marketing, vendite, internazionalizzazione, organizzazione aziendale, amministrazione e controllo.

“L’iniziativa” afferma Nicola De Carlo, general manager del Gruppo De Carlo “nasce dal presupposto che i processi d’innovazione devono necessariamente avere origine da un sistema di conoscenza e cultura della materia. L’idea, quindi, è quella di fondare un istituto al cui interno i laboratori didattici e la biblioteca, nel senso più ampio del termine, facciano da raccordo tra il mondo della scuola e quello dei centri della ricerca scientifica e i laboratori di ricerca dell’azienda, solo in questo modo i ragazzi potranno integrare le conoscenze utili a fare innovazione sui materiali o sui processi di produzione. Inoltre, il connubio scuola-impresa permette non solo di implementare la conoscenza, ma anche di potenziare quel saper fare made in Italy che tutto il mondo ci invidia”.

Nella consapevolezza che il tasso di disoccupazione nel territorio è superiore a quello medio nazionale e il sistema produttivo presenta delle difficoltà a recepire tecnici specializzati, l’amministrazione comunale di Mottola si è fin da subito dimostrata interessata a favorire l’intesa Scuola-Impresa attraverso una serie di facilitazioni, assicurando il servizio scuolabus tra l’Istituto e l’azienda.

Per garantire maggiori opportunità di condivisione delle competenze specialistiche e rafforzare l’aggiornamento professionale, l’iniziativa dell’Istituto Tecnico del Legno di Mottola è oggetto del gemellaggio con l’IPSIA G. Meroni di Lissone (MB) e dell’adesione alla Rete nazionale degli Istituti Professionali dell’indirizzo legno-mobile-arredo.

Il progetto è stato presentato in occasione della prima Giornata Nazionale dell’Education durante un evento organizzato a Roma da Confindustria, Gruppo 24 Ore e Scuola24 volto a sensibilizzare la comunità, gli imprenditori, le associazioni e le famiglie sull’importanza del rinnovamento del sistema educativo nazionale per ripartire dai giovani e sulla necessità di riallacciare il rapporto diretto con le imprese, così come auspica la nuova riforma della scuola.

Condividi: