Home News Centrali di Tel e Brunico, via libera al pagamento dei fondi ambientali

Centrali di Tel e Brunico, via libera al pagamento dei fondi ambientali

centrali iroelettriche

centrali iroelettricheCon la legge omnibus approvata dal Consiglio provinciale di Bolzano, è stato dato il via libera a una importante modifica proposta dall’assessore Richard Theiner.

Grazie a questo passaggio, infatti, vengono sbloccati i pagamenti dei fondi ambientali da parte di Azienda Energetica e Hydros per le centrali idroelettriche di Tel e di Brunico.

I comuni rivieraschi interessati dagli investimenti dei concessionari delle centrali idroelettriche sono Parcines, Lagundo, Brunico, Valdaora, Perca, Rasun-Anterselva e Monguelfo-Tesido.

“Sono molto soddisfatto del risultato raggiunto” commenta l’assessore Theiner “in quanto gli investimenti ambientali rappresentano da un lato un indennizzo per gli impatti derivanti dalla presenza delle centrali idroelettriche, e dall’altro consentono di realizzare investimenti sul territorio di cui possono beneficiare sia la popolazione locale, sia le imprese”.

Per quanto riguarda la centrale di Tel, la modifica approvata dal Consiglio pone fine a una discussione aperta nel 2011, in quanto concessionario e gestore dell’impianto sono soggetti diversi. La soluzione prevede il pagamento del 2% del canone relativo agli anni 2011, 2012 e 2013 a favore dei comuni di Parcines e Lagundo, i quali riceveranno per gli anni 2014 e 2015 un contributo di compensazione pari a 44 euro per kilowatt di potenza nominale.

“In questo modo” prosegue Richard Theiner “i fondi ambientali per il periodo 2011-2015 risultano addirittura superiori rispetto a quanto inizialmente previsto”.

Dalla Val Venosta alla Val Pusteria, soluzione raggiunta anche per i fondi ambientali della centrale di Brunico gestita dalla Hydros.

“Con il passaggio inserito nella legge omnibus” sottolinea l’assessore “il concessionario non verserà più i soldi solamente alla Provinca, ma anche ai comuni rivieraschi”. In concreto, come già concordato lo scorso maggio fra le parti, ai comuni di Brunico, Valdaora, Perca, Rasun-Anterselva e Monguelfo-Tesido, andranno 2,4 milioni di euro per il periodo 2014-2017, mentre nelle casse dell’amministrazione provinciale finiranno 1,2 milioni”.

Condividi: