Home Imprese Sostenibili Nuova illuminazione a LED in via XX Settembre a Milano

Nuova illuminazione a LED in via XX Settembre a Milano

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Agosto 2020
illuminazione a led milano

illuminazione a led milanoVia XX Settembre a Milano venne concepita nell’ambito dell’urbanizzazione delle aree poste fra il Castello Sforzesco e Porta Magenta. Fu così che fin dalla fine dell’Ottocento cominciarono a sorgere i primi villini in stile liberty (il Villino Hoepli, di proprietà dell’editore svizzero Ulrico Hoepli, e il Villino Francetti Frova) che ancora oggi la caratterizzano in larga parte un quartiere fortemente connotato dalla presenza di verde e da una pregiata personalità urbanistica.

Oggi l’arteria è caratterizzata da una tripartizione della viabilità: al centro vi è la presenza delle due carreggiate principali, fiancheggiate da parcheggi a raso e spartitraffico con pista ciclabile; esternamente, per ogni lato, è presente una carreggiata carrabile, un’ulteriore fila di parcheggi a raso e un marciapiede pedonale. Le folte alberature presenti sugli spartitraffico rappresentano l’ulteriore valore aggiunto dell’area, qualificata da ampi spazi immersi nel verde urbano.

Il progetto illuminotecnico ha dato vita a uno spazio notturno rinnovato, a un luogo in cui le relazioni umane possano trovare una continuità di espressione anche durante le ore serali. La riqualificazione impiantistica e illuminotecnica dell’intera viabilità è stata quindi ottenuta con l’adozione di tecnologie di ultima generazione grazie all’illuminazione a LED.

Il nuovo impianto è stato realizzato con l’installazione di sostegni e apparecchi di illuminazione decorativi FIVEP modello FLAT LINK, adatti alle caratteristiche estetiche della via, a elevato rendimento, con ottiche specifiche (asimmetriche stradali e ciclopedonali), completamente schermate, in grado di convogliare il flusso luminoso soltanto laddove risulti necessario. Tutti i corpi illuminanti sono stati equipaggiati con il sistema di telegestione punto punto a onde convogliate, che consente la regolazione del flusso luminoso nelle ore notturne, della gamma Opera di Reverberi Enetec.

In particolare sono stati installati, all’interno degli apparecchi di illuminazione, ricetrasmettitori OC (LPL) i quali da una parte consentono la regolazione della potenza assorbita per ogni punto luce e dall’altro riportano le informazioni sul funzionamento al quadro elettrico di alimentazione, quest’ultimo collegato via modem GPRS al Centro di Controllo di A2A, in cui è funzionante il software di telegestione Maestro. I prodotti previsti per l’illuminazione a led delle piste ciclabili sono collegati a un sistema di rilevazione di presenza che regola la loro accensione al passaggio di pedoni e ciclopedoni garantendo così importanti risparmi di consumo di energia.

Le soluzioni adottate grazie all’illuminazione a led hanno consentito il raggiungimento degli obiettivi prefissati: il massimo comfort visivo nel rispetto dei valori minimi necessari secondo le classificazioni illuminotecniche, il contenimento dell’inquinamento luminoso, la riduzione dell’abbagliamento diretto e controllo dei gradienti di luminanza, la progettazione coordinata in tutta l’area e l’ottimizzazione dei consumi energetici.

Condividi: