Home Curiosità Natural recall: parte la mostra itinerante sul rapporto uomo-natura

Natural recall: parte la mostra itinerante sul rapporto uomo-natura

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
natural recall

natural recallNatural Recall, ideato e organizzato da Co.me, studio creativo di Treviso, e Gtower di Milano, è un progetto internazionale di comunicazione grafica, dedicato alla relazione che unisce il regno vegetale e l’universo umano.

Il progetto, lanciato il 17 maggio scorso presso la suggestiva cornice del Superortopiù di Milano, si sposta ora a Venezia presso la Serra dei Giardini, con una mostra di tutte le grafiche realizzate, che partirà il 22 novembre e sarà visitabile fino al 28 dicembre 2014. La mostra sarà itinerante e toccherà nei prossimi mesi circuiti nazionali e internazionali.

Secondo Natural Recall l’uomo e la natura sono destinati a incrociarsi ed evolversi, guidati da un’affinità elettiva che spesso nasce spontaneamente, legata a un ricordo, o che si sviluppa in circostanze eccezionali. Sullo studio di questa relazione, sono intervenuti 84 creativi provenienti da tutto il mondo, che hanno raccontato la propria affinità elettiva con la natura attraverso il linguaggio artistico e la creatività. 42 opere sono state selezionate per l’esposizione.

Favini ha sostenuto il progetto sin dalle sue origini, fornendo Crush, la gamma ecologica di carte, realizzate con sottoprodotti di lavorazioni agro-industriali che sostituiscono fino al 15% della cellulosa proveniente da albero. Grazie a Crush, per la prima volta, i residui di agrumi, kiwi, mais, caffè, olive, nocciole, mandorle, ciliegie e lavanda diventano una materia prima nobile, dando vita a una carta pregiata.

Crush, per la sua componente green, si è rivelata il supporto ideale per tutte le opere in esposizione e per la creazione del catalogo, che ospiterà accanto alle illustrazioni, i racconti, le riflessioni e i contributi inediti da parte di studiosi, esponenti del mondo letterario, istituzioni e organizzazioni.

Le opere saranno inoltre le protagoniste di un calendario, realizzato con tutte le carte Crush tagliate a laser, comprese le nuove Lavanda e Ciliegia, e custodito in una preziosa cartella, cucita a filo singer. Ispirato da Crush, l’involucro è stato realizzato recuperando le carte scartate durante gli avviamenti stampa che, invece di essere destinate al macero per recuperare le fibre, sono state riutilizzate per generare un nuovo manufatto di alto pregio.

Michele Posocco, Brand Manager Favini dichiara: “Favini ha scelto di sostenere il progetto Natural Recall sin dalla sua nascita, perché particolarmente vicina alla riflessione che ha animato gli artisti. La natura è stata infatti, come per gli 84 creativi, la fonte d’ispirazione di Crush, il nostro prodotto di maggiore successo, che ci ha reso noti in tutto il mondo perché unisce a una gamma di colori alla moda, una vera e propria storia d’amore con la natura. Siamo onorati di accompagnare il progetto Natural Recall e di diffondere, in un mondo che rincorre sempre più le nuove tecnologie, un messaggio di ritorno alle proprie origini, ovvero alla terra, alla natura”.

Francesco Vedovetto, responsabile qualità Ditre Group dichiara: “Crediamo e promuoviamo questo tipo di collaborazioni, la scelta di lavorare in rete, ciascuno per le proprie capacità, riteniamo sia vincente, per questo abbiamo scelto di partecipare al progetto Natural Recall. Da diversi anni sperimentiamo flussi e tecniche di lavoro che ci consentono la massima espressione delle opere da riprodurre, sia su carte particolari con fondi chiari per ottimizzare la resa cromatica, sia e soprattutto quando i colori più intensi diventano parte integrante dell’opera da riprodurre e la costruzione del risultato finale diventa un mix tra carta, tecniche di stampa, ottimizzazione del file e dei flussi. Con Natural Recall ci siamo spinti oltre proponendo e scegliendo inchiostri vegetali a base di soia a bassissimo impatto ambientale e coinvolgendo partner per lavorazioni speciali. Così facendo abbiamo abbinato materiali, tecniche e nobilitazioni in grado di entrare nella carta, rendendola oggetto parlante e supporto speciale per opere di prestigio.Ci piace pensarci come anello di congiunzione tra specialisti differenti che lavorano in rete al fine di ottenere risultati che emozionano, difficilmente raggiungibili se l’approccio è solo il fare il risultato e non il pensare al risultato”.

Silvia Faggian, socia e Responsabile di Produzione de La Grafica Faggian dichiara: “La nostra azienda ha deciso di sostenere il progetto non solo per le sue caratteristiche Green, per la qualità della squadra di lavoro, ma anche per mettersi alla prova. La realizzazione del catalogo e del calendario ci hanno impegnato a fondo sperimentando la stampa di cromie particolari anche su supporti scuri, con argento e bianco coprente sovrastampati in linea e fuori linea con inchiostri a bassissimo impatto ambientale. Anche per quanto riguarda la confezione del catalogo, del calendario e della cartella, l’attenzione al tema Green è stata massima: nessuna plastificazione, nessuna vernice, nessuna lavorazione che potesse coprire le caratteristiche naturali del supporto; ancora, la cartella contenente il calendario è stata cucita a singer utilizzando tutti i fogli di scarto e gli avviamenti stampa. Siamo felici di essere riusciti a realizzare su un supporto particolare come il Crush Favini, l’idea del Natural Recall che ha ispirato gli artisti!”.

Roberta Negro, responsabile marketing SD Laser, dichiara: “Siamo orgogliosi di sostenere il progetto Natural Recall per il forte legame che ha con la natura. SD Laser da sempre mette al centro della propria attività non solo l’alta qualità ma anche la sostenibilità. Per il catalogo delle opere e il calendario, abbiamo utilizzato la tecnica di stampa a laser che è in assoluto quella più rispettosa dell’ambiente perché non necessita di inchiostri, collanti o solventi. Inoltre l’energia necessaria è molto più bassa rispetto a quella delle altre tecniche”.

Condividi: