Home Imprese Sostenibili Edilizia in legno, ad Arsago Seprio un cantiere didattico

Edilizia in legno, ad Arsago Seprio un cantiere didattico

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
edilizia in legno arsago seprio

edilizia in legno arsago seprioUn progetto intelligente di edilizia in legno fatto di integrazione e collaborazione tra tutti i professionisti che hanno lavorato in sinergia per realizzare una palazzina rapida nella costruzione e a basso fabbisogno energetico.

Fondamentale il contributo di Hoval per le soluzioni di riscaldamento e di Rockwool per l’isolamento della copertura, delle partizioni interne, del sottopavimento e del rivestimento esterno a cappotto.

Da queste innovative tipologie di costruzione abbiamo tutti da imparare qualcosa, sono le parole di Giorgio Montagnoli, responsabile della costruzione delle palazzine di Arsago Seprio, in provincia di Varese, che esemplificano l’approccio didattico al cantiere.

Un’esperienza costruttiva in cui tutti gli attori del progetto hanno partecipato per raggiungere il medesimo obiettivo sin dalle prime fasi concettuali. Duplice l’obiettivo dichiarato dal progetto: realizzare un complesso abitativo in cui l’efficienza energetica si abbinasse a un’altissima qualità dell’ambiente interno e, al contempo, registrasse il più elevato rispetto per l’ambiente esterno.

Il cantiere è sostanzialmente costituito da una palazzina in legno composta da sei appartamenti ad alta efficienza energetica, per una superficie totale di 600 m2. Utilizzando la tecnologia dei pannelli X-lam, la costruzione della struttura si è sviluppata in un tempo brevissimo, un solo mese di lavoro. Inoltre, grazie all’accennata progettazione accurata e alla stretta collaborazione tra progettista architettonico, progettista strutturale, progettista termotecnico e aziende costruttrici, è stato possibile realizzare una struttura con soli 3 kW di fabbisogno per ogni alloggio.

“In ogni singolo appartamento” riprende Montagnoli “abbiamo creato un locale tecnico, sul cui soffitto abbiamo posto l’impianto di ventilazione meccanica controllata. Un sistema che in questa tipologia di costruzioni è di assoluta rilevanza, in quanto riesce a riciclare l’aria ambiente e a ripulirla senza la necessità di aprire le finestre”.

A supporto dell’impianto di ventilazione è stato inoltre creato un vano tecnico generale, nel quale confluiscono tutte le canalizzazioni che scaricano direttamente all’esterno. Al fine di soddisfare le esigenze di comfort abitativo e di risparmio energetico, Hoval ha messo a punto una soluzione composta da un pompa di calore Belaria R Twin per il riscaldamento e il raffrescamento estivo, integrata con un sistema a energia solare realizzato con cinque collettori Hoval WK251A, un bollitore ESSR 1000L per l’acqua calda, un bollitore solare ESSR 500L e un accumulo di energia Enerval 1000L.

Inoltre, per garantire il costante ricambio dell’aria all’interno delle abitazioni, sono stati installati sei sistemi di ventilazione meccanica controllata Hoval Home Vent FR-180 con recupero di calore e umidità.

A tale proposito Roberto Fusetti, perito di Termoconsult, ha affermato: “abbiamo adottato Hoval come partner prima di tutto per l’affidabilità dei prodotti dimostrata nel tempo e per la serietà dell’intero staff della società. Va poi sottolineato come in questa tipologia di edificio la ventilazione meccanica sia di fondamentale importanza. Soprattutto parlando di qualità degli edifici”.

Condividi: