Home News Il Gruppo CAP apre il Web Gis ai professionisti

Il Gruppo CAP apre il Web Gis ai professionisti

città: - pubblicato il:
web gis cap holding

web gis cap holdingÈ stato siglato il protocollo di intesa tra il Gruppo CAP e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, l’Ordine degli Ingegneri, il Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Milano e il Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati delle Province di Milano e Lodi, per l’accesso al Web Gis: per la prima volta in Italia un’azienda pubblica mette gratuitamente a disposizione dei professionisti la propria banca dati del sottosuolo, consentendo loro di accedere gratuitamente al sistema, ricavandone moltissime informazioni aggiornate in tempo reale.

Il territorio della nuova città metropolitana, come sottolinea Alessandro Russo, presidente del Gruppo CAP, va sempre più nella direzione delle smart city: si prefigura una gestione del territorio metropolitano intelligente e vivibile, dove le strategie di pianificazione urbanistica sono improntate all’ottimizzazione e all’innovazione dei servizi pubblici così da mettere in relazione le infrastrutture materiali delle città con il capitale umano, intellettuale e sociale di chi le abita, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e soddisfare le esigenze di cittadini, imprese e istituzioni.

In concreto ogni professionista potrà registrarsi alla piattaforma e attraverso un’autenticazione tramite user e password, potrà avere accesso alle informazioni relative al territorio del Comune selezionato, tra cui: strade, le reti di acquedotto con tutti i dati e gli elementi significativi (diametro delle tubature), le reti di fognatura, la geologia del territorio con altimetrie e dati piezometrici.

L’acronimo GIS indica Geographic Information System: un sistema informativo composto da una serie di strumenti software che consente di acquisire, estrarre e gestire molte informazioni derivanti da dati georiferiti, relativi in questo caso alle reti e a tutte le strutture legate al servizio idrico integrato.

Lo sviluppo del Web Gis ha comportato uno sforzo importante per il Gruppo CAP, che ha investito a oggi 350mila euro di costi di sviluppo e inserito a piano investimenti ulteriori 250mila per i passi successivi. Oltre a un ufficio composto da dieci persone che lavorano al sistema: un investimento inteso a migliorare in modo sensibile il servizio, riducendo il tempo necessario a raccogliere, elaborare e scambiare le informazioni.

“Un altro passo in avanti del Gruppo CAP verso il futuro” aggiunge Russo “da oggi si supera la burocratizzazione nella richiesta dei documenti necessari per la realizzazione di progetti e interventi sul territorio: con un semplice clic ogni professionista potrà accedere gratuitamente alla banca dati del Web Gis aziendale ricavando tutte le informazioni sul sottosuolo, sulle reti esistenti e sulle loro caratteristiche. Un impegno significativo nello sviluppo delle tecnologie per il miglioramento del servizio all’insegna dei criteri di trasparenza, responsabilità e partecipazione, indispensabili perché l’acqua sia davvero governata come bene comune”.

Condividi: