Home Curiosità 200mila auto elettriche nel mondo grazie a Renault e Nissan

200mila auto elettriche nel mondo grazie a Renault e Nissan

città: - pubblicato il:
auto elettriche

auto elettricheGrazie alle auto elettriche Renault e Nissan negli ultimi quattro anni sono stati risparmiati 200 milioni di litri benzina e 450 milioni di kg di CO2.

Scegliere auto elettriche costituisce una prassi virtuosa, tuttavia i vantaggi non riguardano esclusivamente l’impatto ambientale. Con una vettura green si può risparmiare anche sull’Rca che varia a seconda del modello di auto.

Per trovare una polizza vantaggiosa si possono mettere le assicurazioni auto più convenienti a confronto tenendo conto di abitudini ed esigenze personali.

Consci delle potenzialità delle auto elettriche sempre più automobilisti scelgono di optare per le vetture ecosostenibili. In passato avevano già parlato di quanto gli italiani amano la mobilità sostenibile, in questi giorni il boom delle auto elettriche è stato confermato dal successo di due grandi case automobilistiche.

Per mezzo dell’Alleanza Renault e Nissan negli ultimi quattro anni sono stati risparmiati 200 milioni di litri di benzina e 450 milioni di chilogrammi di CO2. A quattro anni dal debutto dei veicoli Renault e Nissan sono state consegnate nel mondo circa 200mila auto elettriche.

I trend del mercato automotive confermano il boom di vetture green, tra gennaio e la prima settimana di novembre 2014, sono state vendute circa 66.500 unità, con un incremento del 20% su base annua. Il successo di deve anche ai fortunati modelli Nissan Leaf, Renault Zoe, Nissan e-NV200 e Renault Twizy.

Carlos Ghosn, presidente e CEO dell’Alleanza Renault-Nissan conferma il feedback positivo di coloro che hanno già scelto di comprare un’auto elettrica e la domanda crescente di vetture a basso impatto ambientale. L’implementazione dei punti di ricarica costituisce un grosso incentivo per gli automobilisti.

In Italia per accrescere la rete delle infrastrutture per le auto elettriche è stato varato il Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati a energia elettrica inoltre, che prevede anche la riduzione delle tasse per l’occupazione degli spazi pubblici in favore dei proprietari di immobili che installano le colonnine.

Negli Stati Uniti, dove l’Alleanza Renault-Nissan dispone del mercato più florido per i veicoli elettrici, sono dislocati oltre 750 punti di ricarica rapida e Nissan sta lavorando per accrescere il numero delle colonnine in accordo con concessionari e partner così da arrivare a 1.100 unità entro la metà del 2015.

Maggiori performance delle batterie e una rete dei punti di ricarica capillare potrebbero costituire una forte spinta per il mercato e la mobilità sostenibile. A oggi segnali positivi provengono, per esempio, dalla Nissan Leaf. Per mezzo di colonnine per la ricarica rapida è possibile ripristinare da zero all’80% della capacità delle batterie di queste auto elettriche in soli 30 minuti.

Condividi: