Home Tecnologie Smart grid: i servizi innovativi passano per la realtà aumentata

Smart grid: i servizi innovativi passano per la realtà aumentata

pubblicato il: - ultima modifica: 3 Giugno 2020
smart grid realtà aumentata

smart grid realtà aumentataIl futuro della gestione delle smart grid passa per una soluzione interamente sviluppata in Italia, grazie alla collaborazione tra Siemens e JoinPad attraverso una piattaforma di realtà aumentata che ora prevede attività di testing sull’i-ConTXM di Siemens.

Siemens Italia ha infatti siglato un accordo di collaborazione con JoinPad, società italiana specializzata nello sviluppo di applicazioni di realtà aumentata per il mondo aziendale, per l’implementazione di una piattaforma di augmented reality allo scopo di gestire e supportare la manutenzione di asset industriali, come per esempio le smart grid e le apparecchiature delle stazioni elettriche.

La nuova soluzione, risultato della collaborazione tra Siemens Italia e JoinPad, permetterà, attraverso l’utilizzo di una piattaforma di augmented reality, di effettuare in maniera innovativa e funzionale diversi tipi di attività, quali per esempio la manutenzione di asset e impianti e la relativa gestione delle informazioni rilevate; il supporto ai tecnici sul campo, in tempo reale, con condivisione di foto, audio, video e documenti; il supporto a procedure di lavoro con una garanzia di maggiore sicurezza e la gestione della documentazione specifica per gli asset.

La piattaforma, frutto di questa nuova collaborazione tra il mondo industriale e il mondo della realtà aumentata, potrà essere visualizzata sia su tablet sia sugli smart glasses Epson Moverio BT-200. Attraverso questi smart glass l’operatore avrà la possibilità di integrare, da remoto, il mondo virtuale con quello reale, ottenendo una visione più ampia di ciò che sta visionando, ovvero arricchita di informazioni, utili alla gestione della sua attività.

“Con questa applicazione” dichiara Maurizio Messi, Responsabile Asset Service Smart Grid di Siemens Italia “riteniamo possano aprirsi nuove modalità di operare in ambito service con chiari vantaggi per i nostri clienti: informazioni tecniche, interazioni e supporto da remoto sugli oggetti sui quali si sta operando attraverso il solo contatto visivo in real time. Lo sviluppo di questo primo prototipo può fornire l’opportunità di sviluppare nuovi servizi in linea con le esigenze dei nostri clienti, in particolare in termini di qualità del servizio”.

Il progetto di collaborazione prevede un periodo di testing della piattaforma su prodotti Siemens di Monitoring & Diagnostic, dedicati al monitoraggio e alla gestione degli asset industriali, nel dettaglio sull’i-ConTXM, interamente ideato e sviluppato in Italia, lanciato sul mercato a metà 2013, ed entrato a far parte del portfolio internazionale Siemens. Con un’alta modularità e una facile configurazione, la soluzione di monitoraggio, ha lo scopo di monitorare il funzionamento dei trasformatori, fornendo informazioni sullo stato di funzionalità dei suoi componenti critici dando impulso allo sviluppo delle smart grid.

Condividi: