Home Curiosità Florovivaismo, sono aperte le iscrizioni ai corsi 2015 di FEM

Florovivaismo, sono aperte le iscrizioni ai corsi 2015 di FEM

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Agosto 2020
florovivaismo

florovivaismoAnno nuovo all’insegna del florovivaismo: la Fondazione Edmund Mach promuove per il 2015, con il patrocinio dell’Associazione Florovivaisti Trentini, una rassegna di corsi di formazione e aggiornamento per gli operatori del settore florovivaistico su varie tematiche, dalla difesa fitosanitaria alla nutrizione delle colture per arrivare a momenti dedicati alla coltivazione delle rose e alla gestione del tappeto erboso.

L’iniziativa formativa è promossa dal Centro Istruzione e Formazione e si svolgerà nelle aule e nei laboratori didattici di San Michele. Per i corsi sulla difesa fitosanitaria, che si articoleranno in tre giornate, le iscrizioni scadono il 23 gennaio 2015.

In particolare il 30 gennaio si parlerà di aspetti generali, nella giornata del 31 gennaio si tratteranno le principali problematiche e le relative tecniche di lotta integrata, infine venerdì 6 febbraio si approfondirà il tema dell’utilizzo degli insetti utili nelle produzioni in serra.

Durante le lezioni, che si svolgeranno anche nei laboratori di San Michele, si svilupperanno diversi argomenti: dai principi di entomologia e patologia vegetale generale e applicata alle più recenti e diffuse avversità nel settore florovivaistico, con particolare attenzione ai sistemi di prevenzione e all’applicazione delle tecniche di lotta biologica e integrata. Dalla prevenzione alle tecniche di monitoraggio e riconoscimento precoce degli agenti di malattia all’utilizzo di tecniche colturali e applicazioni di difesa a basso impatto ambientale.

L’iniziativa si inserisce all’interno delle attività del Dipartimento istruzione post-secondaria e universitaria ed è particolarmente rivolta agli operatori del settore: florovivaisti, operatori di garden-center, consulenti, addetti alla vendita di prodotti per la gestione delle colture.

Seguiranno altri interventi formativi che, attraverso corsi, seminari e giornate tecniche, svilupperanno i temi della nutrizione delle colture fuori suolo e della scelta e utilizzo dei substrati di coltivazione.

Si è pensato per l’offerta sul florovivaismo anche a un momento formativo per i non professionisti, con i pomeriggi dedicati alle rose. Da febbraio a giugno in cinque appuntamenti, attraverso lezioni in aula, incontri con i vivaisti, visite a giardini tematici, si approfondirà la conoscenza storica e botanica delle rose, si imparerà a coltivarle e gestirle, si potrà capire come progettare nei giardini di casa, su terrazzi o balconi; infine, ci sarà l’occasione di ammirare giardini interamente dedicati al mondo della rosa.

Condividi: