Home Curiosità Contenitori in vetro: in Italia si fanno sempre più sostenibili

Contenitori in vetro: in Italia si fanno sempre più sostenibili

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
contenitori di vetro

contenitori di vetroL’industria italiana dei contenitori in vetro negli ultimi 10 anni ha riservato, su una media di circa 90milioni di euro di investimenti in nuove tecnologie, il 70% per potenziare gli impianti in termini di efficienza energetica e abbattimento delle sostanze inquinanti.

Il dato emerge da una ricerca effettuata da Ernst& Young sui maggiori mercati europei per conto di Feve, Federazione europea dei produttori dei contenitori in vetro, e presentato da Assovetro, Associazione nazionale degli Industriali del vetro aderente a Confindustria.

Il notevole sforzo economico caratterizza un comparto industriale, quello dei contenitori in vetro, che sembra tenere botta alla crisi con un contributo alla formazione del PIL italiano di 1,4 miliardi di euro (dato al 2012).

Sono dodici le aziende i cui centri produttivi sono dislocati in tutta permettendo la consegna merci entro un raggio di 300 km; 20.0200 gli occupati del settore di cui 7.100 i posti di lavoro diretti.

Nei primi dieci mesi del 2014 la produzione generale dei contenitori in vetro (bottigliame, flaconeria, vasi, casalingo) ha superato i 3 milioni di tonnellate, registrando, rispetto allo stesso periodo del 2013, un leggero decremento di circa l’1%.

La buona notizia è che di tutto quello che si produce se ne ricicla più del 70% (71% esattamente contro la media europea è stata del 70%). Anche le materie prime devono fare poca strada per raggiungere gli stabilimenti, l’81%, infatti, sono prodotte localmente.

Condividi: