Home Expo 2015 Saranno green la tecnologia e il turismo dell’Austria a Expo

Saranno green la tecnologia e il turismo dell’Austria a Expo

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
padiglione expo austria

padiglione expo austriaÈ pronto: il padiglione Expo dell’Austria con il suo bosco naturalmente trapiantato in loco ha terminato la colonna portante e ora a poco a poco verranno piantati gli alberi che raggiungeranno finanche i 12 metri di altezza.

È così che l’Austria intende far respirare i visitatori dell’esposizione universale 2015.

Un’oasi verde che dovrebbe essere in grado di diminuire la temperatura di circa 5 gradi senza alcun intervento meccanico o uso di energia.

Il concetto climaticamente attivo di breathe.austria (questo il pay off del padiglione) dimostra la bellezza ma anche l’utilità della natura. Quello di un approccio attento nei confronti dell’ambiente è un tema che in Austria ha una lunga tradizione, allo stessa stregua del settore del Green Tech.

Anche questo rende il contributo austriaco per l’Expo 2015 così coerente. Il padiglione rappresenterà, sotto forma di prototipo, una varietà di proposte di soluzione austriache, che spaziano dalla tecnologia solare all’edilizia sostenibile. Il messaggio è: abbinando processi naturali e tecnologici si creano soluzioni futuristiche per le questioni problematiche a livello globale.

La foresta naturale del padiglione supporta bene anche il tema del turismo sostenibile di questa nazione: la qualità dell’aria e la varietà delle bellezze naturali sono due peculiarità legate a qualcosa come 3,5 miliardi di alberi che crescono su circa la metà del territorio austriaco. Dalle antiche foreste nel Parco Nazionale degli Alti Tauri, la più vasta area alpina protetta d’Europa, al parco della biosfera del Bosco Viennese: ovunque vi sono paesaggi di pregio, da visitare e da vivere con tutti i sensi grazie a centinaia di chilometri di piste ciclabili e di sentieri.

Ancora sul tema del bosco, risorsa e fonte preziosa di alimenti che si rinnovano, il padiglione austriaco torna per attrarre i buongustai. Le ricette che saranno presentate nei mesi dell’esposizione universale contribuiscono così a un’immagine dell’Austria come luogo di origine di alimenti prodotti in maniera sostenibile, ma anche come autentica destinazione per intenditori e gourmet.

“Il consumo consapevole di alimenti di alta qualità è già oggi un aspetto importante del marchio Austria. Il nuovo concetto di gastronomia sostiene questa immagine con una cucina creativa, dalla quale anche il nostro turismo trarrà vantaggio. Gli ospiti italiani fanno registrare ogni anno all’incirca tre milioni di pernottamenti in Austria e l’Expo dovrà portare ulteriori stimoli alla domanda”.

Questo l’auspicio e l’obiettivo per Expo Milano 2015 di Michael Laschan, direttore responsabile del dipartimento presso il Ministero Federale per la Scienza, la Ricerca e l’Economia.

Condividi: