Home News Roma incontra la raccolta differenziata incentivante

Roma incontra la raccolta differenziata incentivante

città: - pubblicato il:
riciclatori incentivanti

riciclatori incentivantiRisparmiare differenziando i rifiuti. È la filosofia della raccolta differenziata incentivante, una buona pratica innovativa che da alcuni anni va affermandosi in diverse zone del Paese.

Questo nuovo tipo di raccolta differenziata viene effettuata attraverso l’installazione di appositi macchinari (riciclatori) in grado di selezionare e compattare materiali facilmente riciclabili come bottiglie di plastica o lattine di alluminio.

Questi sistemi, ideati e prodotti dalla veneta Eurven, sono definiti incentivanti in quanto il cittadino che consegna alla macchina i rifiuti riceve un ecobonus per ogni pezzo conferito: il bonus potrà poi essere speso negli esercizi commerciali che aderiscono al progetto.

In questo modo, i cittadini compiono un gesto di grande utilità collettiva, imparano le buone pratiche della raccolta differenziata e risparmiano sulla spesa di ogni giorno.

I riciclatori incentivanti offrono anche numerosi vantaggi che permettono elevati standard in termini di qualità del materiale raccolto: sono predisposti per riconoscere la tipologia di rifiuto e differenziarlo anche automaticamente, possono pesare il materiale conferito ed avvisare, via email o per sms, quando il sistema è pieno. Sono in grado di ridurre fino al 90% il volume iniziale e trasformare il materiale conferito in una ecoballa pronta per essere inviata alla filiera del riciclo.

Lo scorso 20 febbraio a Roma, presso l’Impianto Sportivo Comunale Città Futura (zona Eur), è stata inaugurata una nuova postazione per ila raccolta differenziata incentivante. L’installazione di questa nuova macchina nasce dalla volontà di due giovani fratelli di portare avanti un progetto intelligente che avesse alla base la tutela dell’ambiente. In onore di questo spirito green, il riciclatore è stato ribattezzato SaLe Green Box: un nome contenente le sillabe iniziali dei loro nomi, Sara e Lele, che insieme formano la parola sale, simbolo da sempre di intelligenza e arguzia.

I due giovani hanno creduto che puntare sul riciclo, con l’installazione di un impianto eco compattatore incentivante, oltre che un investimento, sarebbe stata un’iniziativa utile al quartiere e alla cittadinanza. Il legame con il territorio è infatti uno degli ingredienti fondamentali: il progetto gode del patrocinio del Municipio VIII di Roma Capitale, che in occasione dell’inaugurazione era rappresentato dal presidente Andrea Catarci.

Oltre ad autorità e cittadini, all’inaugurazione hanno partecipato un centinaio di alunni dell’Istituto comprensivo Aristide Leonori e dell’Istituto Carlo Alberto dalla Chiesa per divulgare anche ai più piccoli le buone pratiche del riciclo.

Il progetto si avvale anche della collaborazione di Ama Roma, che per l’occasione ha distribuito agli alunni presenti gadget personalizzati per rinforzare il messaggio sull’importanza della raccolta differenziata. Accanto all’eco-compattatore, inoltre, è presente un raccoglitore di pile esauste concesso in dotazione dalla municipalizzata.

“È stato molto stimolante raccogliere l’idea di questi due giovani mettendo a disposizione la nostra esperienza nell’ambito dela raccolta differenziata incentivante” ha sottolineato Carlo Alberto Baesso, general manager di Eurven “Ora anche gli abitanti di questa zona di Roma potranno così scoprire questo sistema efficace e divertente per trasformare un gesto civico in uno di grande utilità per l’ambiente e per il cittadino”.

Condividi: