Home News Rebus, un percorso formativo per il comfort urbano

Rebus, un percorso formativo per il comfort urbano

progetto formativo rebus

progetto formativo rebusRebus, acronimo di REnovation of public Buildings and Urban Spaces, è un percorso formativo per il confort urbano ideato dalla Regione Emilia Romagna nell’ambito del progetto europeo REPUBLIC-MED.

Con Rebus si andranno a elaborare proposte progettuali di riqualificazione inerenti il comfort urbano, cimentandosi con una (finta) legge e un (finto) bando per l’attribuzione di finanziamenti pubblici per la trasformazione e il recupero di spazi pubblici della città costruita.

I partecipanti, divisi in squadre, dovranno proporre interventi per migliorare il comfort urbano di spazi pubblici e piazze esistenti, ripensando l’uso del verde, la presenza dell’acqua e di materiali minerali per i suoli, l’inserimento di strutture ed essenze per l’ombreggiamento e la sosta.

Il percorso formativo Rebus è strutturato in quattro moduli progressivi che alternano lezioni frontali e attività laboratoriali con modalità di confronto interattive e interdisciplinari.

Il primo modulo, a Bologna, sarà un seminario di apertura con introduzione ai concetti di comfort e microclima urbano, mitigazione dell’isola di calore, illustrazione dei casi studio e/o di best practice, spiegazione della metodologia del gioco simulazione.

Il secondo modulo, nelle città di Parma, Modena, Rimini, prevede dei sopralluoghi in visita alle aree di progetto, con i responsabili e i consulenti tecnici di progetto e i referenti di ogni amministrazione comunale.

Il terzo modulo, a Bologna, è una Lectio Magistralis a cura di un esperto di fama internazionale sui temi del microclima urbano e mitigazione dell’isola di calore. La conferenza avrà lo scopo di presentare i temi sotto il profilo scientifico e di illustrare best practice che possano essere utilizzate dai partecipanti nell’ambito del laboratorio.

Infine, il quarto modulo, a Bologna, sarà un workshop di progettazione sui quartieri selezionati altamente problematici dal punto di vista del comfort urbano, in cui sia si andrà ridefinendo lo spazio pubblico sia sul piano spaziale e funzionale, paesaggistico e del verde, sia testando software open source per valutare e misurare l’efficacia degli interventi progettuali proposti.

I contesti in cui si applica Rebus sono aree urbane che concorrono a fondi regionali per la mitigazione dell’isola di calore e in cui è necessario migliorare il comfort urbano: a Parma, l’area Pasubio nel quartiere san Leonardo. Quartiere artigiano a margine della ferrovia soggetto a importanti trasformazioni urbanistiche e a un processo partecipativo per il recupero dei padiglioni dell’area industriale dismessa Manzini. A Rimini, le aree del mercato settimanale ricomprese tra piazza Gramsci, l’anfiteatro romano, il parcheggio delle ex-autostazione e il parco lineare Ausa. Piazza Gramsci è un parcheggio utilizzato per il mercato settimanale. Intorno si trovano le aree dell’ex-autostazione (dismessa), e dei parcheggi del dopo-lavoro ferroviario, l’asilo del CEIS, l’anfiteatro romano e il parco Ausa. Infine a Modena, il Villaggio dell’Artigiano. Quartiere produttivo periferico della città con impianto urbano del dopoguerra e già area studio di REPUBLIC-MED. L’area è strutturata da edifici artigiani organizzati attraverso una maglia viaria regolare con assi tra loro ortogonali.

I partecipanti sono tecnici (enti locali, università) e professionisti dei territori locali coinvolti (architetti, pianificatori, paesaggisti, conservatori, agronomi e forestali, ingegneri). I candidati dovranno essere interessati a misurarsi sul tema della rigenerazione urbana degli spazi aperti. Divisi in squadre, una per ogni città-quartiere (Parma, Rimini, Modena), i partecipanti acquisiranno competenze sul comfort urbano e la progettazione degli spazi pubblici.

Le proposte saranno valutate a fine laboratorio da un giuria che stabilirà il vincitore. Il percorso formativo è ad accesso gratuito. Sono disponilibili 45 posti complessivi. Ogni candidato dovrà presentare due documenti per candidarsi a partecipare: modulo di iscrizione compilato in tutte le sue parti (composto da lettera motivazionale che spinge il candidato a partecipare al percorso formativo e breve scheda di presentazione) e il curriculum vitae.

La documentazione dovrà essere inviata per mail a republicmed@regione.emilia-romagna.it entro non oltre le ore 12:00 del 23 marzo 2015 indicando nell’oggetto candidatura laboratorio rebus. La selezione sarà effettuata dalla Regione Emilia Romagna che garantirà squadre omogenee e con una composizione formata da differenti profili e competenze. Ai partecipanti ammessi sarà data comunicazione via email entro il giorno 27 marzo 2015.

Il percorso formativo Rebus prevede un monte ore complessivo superiore alle 20 ore di lezioni frontali, visite guidate, workshop e laboratori per l’apprendimento di strumenti informatici e progettuali. È in corso il riconoscimento dei crediti formativi presso gli Ordini professionali.

Condividi: