Home News Recuperare olio vegetale esausto e trasformarlo in energia

Recuperare olio vegetale esausto e trasformarlo in energia

pubblicato il: - ultima modifica: 22 Novembre 2018
recupero olio vegetale esausto

Il progetto Recoil, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Life+, si propone di realizzare una filiera ottimizzata per recuperare olio vegetale esausto usato in cucina (come oli di frittura e di cottura, oli usati per i condimenti).

Nell’ambito del progetto è stato lanciato un percorso formativo online sui temi di Recoil, che prevede lo svolgimento di due corsi (webinar) trasmessi in diretta su web e dedicati all’educazione e alle tecniche per recuperare olio vegetale esausto.

I webinar saranno trasmessi in diretta streaming il 24 e 25 marzo 2015 (orario 10:30-12:30) e saranno ritrasmessi nei giorni 7 e 8 aprile 2015, 21 e 22 aprile 2015.

Il primo webinar, in programma il 24 marzo, sarà condotto da Roberto Calabresi (Kyoto Club) con il contributo di Roberto Restani (Conoe), Serena Drigo (AzzeroCO2), Stefano Ciafani (Legambiente), Gerardo Carrieri (CID), e offrirà un approfondimento sui temi del progetto Recoil: stato dell’arte della raccolta di olio esausto in Italia, legislazione comunitaria, nazionale e regionale, presentazione e istruzioni d’uso del software di monitoraggio della raccolta di olio esausto.

Il secondo webinar, in programma il 25 marzo, sarà condotto da Ilaria Bientinesi (AzzeroCO2), con il contributo di Nunzio D’Apolito (Legambiente Grosseto), e riguarderà gli aspetti tecnico-pratici legati a come recuperare olio vegetale esausto (linee guida).

Condividi: