Home Curiosità Alimentazione auto: quale scegliere?

Alimentazione auto: quale scegliere?

città: - pubblicato il:
alimentazione auto

alimentazione autoBenzina, diesel, metano, Gpl ed elettriche: come scegliere l’alimentazione auto più adeguata alle tue esigenze e risparmiare?

Scegliere l’alimentazione auto più adeguata alle nostre personali esigenze tenendo conto anche di voci di costo e impatto ambientale. A oggi i prezzi dei veicoli elettrici risultano essere ancora superiori alla media dei veicoli tradizionali, tuttavia scegliere un’automobile a zero emissioni consente di risparmiare sul carburante, i parcheggi, la manutenzione e anche il bollo auto e la polizza Rca.

Sebbene mettendo le assicurazioni auto più convenienti a confronto sia possibile risparmiare notevolmente, sono numerose le spese cui gli automobilisti devono far fronte; vediamo di seguito una breve guida alla scelta della vettura più adeguata.

Le auto elettriche comportano numerosi benefici sia sul piano economico che dal punto di vista ambientale. Sul fronte dei costi acquistare una vettura green consente di risparmiare fino al 50% per l’alimentazione auto ogni anno. Inoltre occorre considerare che i possessori di veicoli elettrici sono esentati dal pagamento del bollo peri i primi 5 anni e hanno diritto a prezzi ridotti per il premio Rc auto.

Anche per quanto riguarda la manutenzione ordinaria le auto elettriche hanno costi ben più ridotti. Guidare una vettura elettrica consente di azzerare del tutto le emissioni di CO2 e l’inquinamento acustico, inoltre è possibile circolare liberamente nelle zone urbane a traffico limitato (ZTL) e parcheggiare gratuitamente nei parcheggi a pagamento (strisce blu).

Le automobili a benzina attualmente rimangono una scelta vantaggiosa per tutti quegli automobilisti che percorrono pochi chilometri al giorno. In questi casi sono maggiormente convenienti dei veicoli diesel che comportano un maggior dispendio di carburante all’avvio. Inoltre i veicoli tradizionali a benzina sono più economici e permettono di risparmiare anche sul premio Rca.

Le auto diesel, invece, sono maggiormente adatte per coloro che percorrono svariati chilometri. A fronte di una spesa leggermente più elevata per la copertura assicurativa, i costi per il gasolio e quelli della benzina sono a oggi abbastanza similari. A tal proposito, però, è bene considerare che le auto diesel si svalutano in misura ridotta e hanno consumi minori.

Le vetture a metano sono molto convenienti sul fronte economico in quanto hanno consumi più bassi, tuttavia non sempre i distributori sono dislocati uniformemente sul territorio. Molti automobilisti sono scoraggiati dal fatto che la bombola a bordo riduca notevolmente lo spazio disponibile nel baule dell’auto. A oggi un’auto a metano non può dare un’autonomia superiore ai 250-300 km in un viaggio autostradale, si consiglia quindi di prediligere il bifuel: doppia alimentazione benzina/metano.

Le auto a Gpl garantiscono, a costi ridotti, una maggiore autonomia di percorrenza rispetto alle auto a metano. Spesso nelle giornate di blocco del traffico i Comuni italiani consentono alle vetture Gpl di circolare liberamente. Auto a Gpl e a metano non sono particolarmente indicate per chi ama lo stile di guida sportivo e provocano una più rapida usura delle valvole del motore.

Condividi: