Home News Economia ed Energia verde, soluzioni innovative all’orizzonte

Economia ed Energia verde, soluzioni innovative all’orizzonte

città: - pubblicato il: - ultima modifica: 8 Aprile 2015
economia ed energia verde
cc licence: Alex Abian
economia ed energia verde
cc licence: Alex Abian

L’energia elettrica del nostro Paese viene impiegata, nella misura del 25%, soprattutto dagli elettrodomestici e dall’illuminazione domestica; talvolta, però, questi vengono lasciati in “stand-by”, senza considerare il fatto che consumano tanto anche quando sono “a riposo”.

Un utilizzo minore di luce, quindi, non vuol dire solamente risparmiare sulle spese della bolletta; esso aiuta a salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, grazie alle minori emissioni di CO2 (biossido di carbonio o diossido di carbonio) il principale responsabile dell’aumento “dell’effetto serra”.

Ma cosa si deve fare per consumare di meno? La soluzione più immediata è quella di evitare sprechi e dispersioni inutili. I vari apparecchi presenti in casa (la tv, il lettore DVD, il decoder, il modem) vanno utilizzati solo quando servono, evitando di lasciarli accesi inutilmente; è altresì di fondamentale importanza, ricordarsi di spegnere la luce prima di lasciare un ambiente.

Le lampadine tradizionali a incandescenza vanno sostituite con quelle a basso consumo. Il LED è l’innovativo metodo intelligente di illuminazione capace di donare una luce piuttosto intensa in modo istantaneo, riducendo in modo sostanziale il consumo in bolletta; ha una vita media superiore, non brucia, non si surriscalda e non inquina l’ambiente perché priva di sostanze pericolose. Esse consentono un risparmio energetico di circa il 90% rispetto le tradizionali lampadine e una significativa diminuzione dei costi sulla bolletta di casa.

Gran parte dell’energia elettrica viene prodotta dalle centrali termoelettriche tramite la combustione di petrolio, gas o carbone. Un consumo eccessivo di questa fonte energetica può danneggiare la salute del nostro pianeta.

Per questo motivo, in questo ultimo periodo, si sente sempre parlare di “energia verde“, cioè quel tipo di energia che rispetta l’ambiente e consente un notevole risparmio economico. Essa viene ricavata da fonti rinnovabili e quindi inesauribili, quali l’energia solare, l’energia eolica, le biomasse, la geotermia, il moto delle onde, il cui uso non pregiudica la natura e le sue risorse. Fare tale scelta è anzitutto una dimostrazione di sensibilità e attenzione verso l’ambiente. Perché questo abbia davvero valore, è necessario realizzare un processo di produzione, acquisto e vendita assolutamente trasparente e riconosciuto.

Sono molteplici le compagnie sul mercato che forniscono energia “green”, con offerte alquanto competitive. Esse propongono soluzioni innovative per offrire energia pulita, come per esempio quella ricavata dalle centrali idroelettriche che usano la forza dell’acqua e non inquinano. Un’altra alternativa è l’impianto fotovoltaico, cioè un sistema di pannelli appositamente studiati per catturare la luce solare (anche in presenza di luce soffusa). L’energia catturata verrà subito convertita in energia elettrica da utilizzare immediatamente negli edifici. Questa soluzione è altamente ecologica e consente di risparmiare circa il 70% dei costi sulla bolletta elettrica.

Ma come scegliere il fornitore più conveniente? Il consumatore necessita di una informazione chiara e trasparente sulle diversità dei vari fornitori e sulle risorse che essi offrono. Ma spesso, a causa di una eccessiva informazione, l’utente preferisce restare con l’operatore attuale, anche conoscendo i vantaggi a cui andrebbe incontro. La scelta deve essere fatta cercando di individuare la tariffa più conveniente secondo le proprie esigenze (elettrodomestici utilizzati, fasce orarie di maggiore uso della corrente).

Un valido aiuto può essere quello di consultare i comparatori Segugio.it, MyBest, SOS Tariffe e Facile.it, nei quali è possibile esaminare e confrontare tutte le varie offerte. Essi consentono un effettivo risparmio sia sulle bollette che sugli impianti ecosostenibili e, dietro desiderio del consumatore, si può anche richiedere una consulenza telefonica per scegliere e attivare le migliori offerte adatte alle proprie esigenze direttamente online.

È possibile visionare diverse tipologie di offerte riguardanti la fornitura di energia verde da scegliere nelle tre fasce orarie e in base alla potenza utilizzata. Semplici e chiari da consultare, questi siti permettono di scegliere tra i più rinomati fornitori, quali Illumia, Enel, E-On, A2A Energia, Eni, EnerCom, Heracomm, GDF-Suez.

I prezzi si aggirano intorno a un minimo di 40-45 euro (prezzo mensile al consumo per le fasce mono e biorarie a una potenza di 3kW) fino a un massimo di 65 euro (per quelle multiorarie di 4,5 kW).

Condividi: