Home Expo 2015 Anche il vetro combatte lo spreco alimentare: ecco come

Anche il vetro combatte lo spreco alimentare: ecco come

pubblicato il: - ultima modifica: 11 Agosto 2020
vetro contro lo spreco alimentare

vetro contro lo spreco alimentareOgni 2 milioni di tonnellate di rottame impiegate nella miscela vetrificabile farebbe risparmiare 3 milioni di barili di petrolio.

Il calcolo è di Assovetro, associazione Italiana dell’Industria del Vetro aderente a Confindustria che arriva a Expo 2015 (ospitato nel padiglione CibusèItalia) con l’obiettivo di mostrare al mondo come questa materia prima sia di base sostenibile.

E per far parlare di sé, l’entourage della produzione del vetro italiano dedicato agli alimenti ha ideato una vera e propria piazzetta dove tutto è vetro.

A cominciare dal pavimento da cui in trasparenza si vedono rottami di vetro retroilluminati, la materia prima per la produzione di contenitori che permette risparmi anche di CO2.

Quello che sta a cuore all’associazione dei produttori di vetro per alimenti è mettere in evidenza come il packaging in vetro appunto sia determinante per evitare lo spreco alimentare: può allungarne la vita e di conseguenza ridurre la probabilità che non venga consumato per tempo e quindi buttato.

Il packaging gioca infatti un ruolo importante nella riduzione degli sprechi di cibo che in Italia vale il 3% del PIL e a livello mondiale, secondo la Fao, rappresenta anche una minaccia per l’ambiente, costituendo una rilevante fonte di emissione di CO2.

Con un imballaggio adeguato, dice sempre la Fao, si potrebbe ridurre da subito lo spreco alimentare nei paesi in via di sviluppo del 5%, mettendo così a disposizione 39 milioni di tonnellate di cibo a quel miliardo di persone che oggi soffre la fame.

Il packaging deve tutelare infatti gli alimenti da eventuali danni fisici o da contaminazioni di tipo chimico, biologico e ambientale e garantendo più a lungo la sicurezza e la salubrità del prodotto. E proprio il vetro, grazie all’assenza di reazioni chimiche tra contenuto e contenitore, trasparenza e impermeabilità ai raggi ultravioletti possiede tutte le caratteristiche per garantire la salvaguardia degli alimenti e una maggiore durata dei prodotti che contiene.

Ma non solo, gioca anche un ruolo importante nella conservazione domestica del cibo: la tradizione che si tramanda di generazione in generazione insegna che il vetro è la scelta migliore per conservare ogni tipo di ricetta e per mantenere fresco e a lungo tutto quello che non si consuma subito evitando così di buttarlo nella spazzatura.

Condividi: