Home Prodotti Mission, curare il giardino con una sola batteria

Mission, curare il giardino con una sola batteria

pubblicato il: - ultima modifica: 5 Agosto 2020
attrezzi mission

attrezzi missionUna batteria per tutti gli attrezzi Mission: una sola batteria e una sola stazione di carico per tutti gli attrezzi assicurano facilità d’uso, ma soprattutto economicità.

Nella manutenzione del giardino la gamma Mission di Neumann Italia punta alla semplificazione delle più normali operazioni di utilizzo.

Infatti decespugliatori, tosasiepi, soffiatori e motoseghe Mission condividono la stessa batteria per una facilità d’uso che diventa anche economicità.

La comodità è immediata: per passare da un attrezzo all’altro occorrono solamente pochi secondi, il tempo di staccare la batteria da uno strumento e collegarla a un altro. Quando si parla di attrezzature elettroniche, la batteria rappresenta sempre una voce piuttosto delicata.

“Un esempio banale: pensiamo a quando cambiamo il nostro cellulare. Capita non di rado di acquistare un nuovo smartphone, anche della stessa marca di quello vecchio, e di dover cambiare il corredo per la ricarica della batteria perché nel frattempo sono cambiati gli attacchi. Oppure di utilizzare uno smartphone e un tablet: nella maggior parte dei casi dobbiamo avere in casa due caricabatterie” prosegue Massimiliano Pez, general manager di Neumann Italia “La gamma Mission ha puntato alla semplicità con una batteria per tutti gli attrezzi e una stazione di carico comune. Tecnicamente si parla di powershare, ovvero di condivisione dell’energia: non serve acquistare differenti caricabatterie”.

In termini di risparmio, i vantaggi di un attrezzo da giardino a batteria riguardano anche i consumi. Rispetto a un attrezzo con motore a scoppio, i conti sono subito fatti. Il consumo medio di un utensile a scoppio è di 1,5 litri all’ora, e il valore medio del carburante è nell’intorno dei 2 euro al litro visto che normalmente sono miscele olio-benzina, in una stagione è facile ipotizzare di consumare 100 euro per ogni utensile più le spese di manutenzione e i costi connessi al trasporto presso i centri assistenza.

Quanto costa una ricarica? Decisamente molto meno e ci permette di operare per 45 minuti sempre a una potenza fino a 1kW assolutamente analoga ai motori elettrici a filo e a scoppio. Il sistema di ricarica è estremamente rapido: con due batterie a disposizione non si avranno praticamente interruzioni nel lavoro.

Alla maneggevolezza e alle basse vibrazioni, che permettono un’azione più precisa, gli attrezzi Mission uniscono una profonda attenzione all’ambiente. Sono strumenti a emissioni zero. Un dettaglio da non sottovalutare perché la cura del giardino deve richiedere anche attenzione per l’ambiente.

Condividi: