Home Imprese Sostenibili Water alliance: a San Paolo d’Argon si parla di buona acqua

Water alliance: a San Paolo d’Argon si parla di buona acqua

water alliance

water allianceNon è raro che l’acqua del rubinetto in Italia sia buona e anche tra le meno care d’Europa: in particolare lo è in Lombardia dove recentemente si è costituita una sorta di Water Alliance che vede protagonisti alcuni Comuni lombardi.

Gli stessi che si sono riuniti in un convegno organizzato San Paolo d’Argon (Comune che ospiterà la prossima tappa della GP EcoRun) sotto l’egida di Uniacque, Gruppo CAP, Brianzacque, Padania Acque, Gruppo Lario Reti, SAL e Pavia Acque che assieme forniscono oltre 500 milioni di metri cubi d’acqua a ben in 898 Comuni nei quali vivono 5 milioni e mezzo di cittadini.

Al termine del convegno è stato attivato un gruppo di lavoro permanente tra i laboratori analisi per avviare sinergie e studiare risposte comuni alle criticità emergenti.

“Lo scopo della Water Alliance è fare squadra per trovare insieme le soluzioni ottimali alle esigenze di un territorio che cambia. Oggi non basta più portare nelle case acqua buona: la sfida è riuscire a farlo in modo sostenibile” aggiunge Alessandro Russo, presidente del Gruppo CAP e coordinatore della Water Alliance “Le nostre aziende esaminano quasi 50mila campioni ogni anno, studiano ogni possibile fonte di inquinamento, costruiscono reti interconnesse, portano acqua di qualità dove c’è carenza, investono in nuove tecnologie e ricerca e sviluppo”.

“Anche in Lombardia stiamo ancora scontando il peso di falsi miti sull’acqua di rubinetto. In realtà abbiamo un’acqua con caratteristiche eccezionali, controllata e sottoposta a controlli rigorosissimi, certificati non soltanto dai nostri Laboratori ma prima di tutto dalle Asl” spiega Paolo Franco, presidente di Uniacque “Le nostre aziende hanno il mandato della cittadinanza di gestire al meglio questo patrimonio naturale, sotto il profilo ambientale, economico, etico e morale, attraverso la bona gestio della cosa pubblica”.

Il convegno è stato tenuto a battesimo da due assessori regionali, Alessandro Sorte (Trasporti) e Claudia Maria Terzi (Ambiente), che ha espresso apprezzamento per il progetto della Water Alliance: “Un’alleanza tra i gestori può essere strategica per contribuire al rilancio degli investimenti necessari al settore idrico”.

Condividi: