Home News COP21, le iniziative ENEA per i cambiamenti climatici

COP21, le iniziative ENEA per i cambiamenti climatici

città: - pubblicato il:
cambiamenti climatici

cambiamenti climaticiENEA sta lavorando a un pacchetto di iniziative di ricerca e formazione sui cambiamenti climatici in vista della XXI Conferenza delle Parti (COP 21) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), che si terrà a Parigi dal 30 novembre al 11 dicembre del 2015.

Fra queste, seminari per i media e per ricercatori, una campagna per le scuole, un Manifesto degli under-18 per il clima, collegamenti in diretta streaming e un Forum online con gli esperti ENEA che parteciperanno alla Conferenza di Parigi.

Lo ha annunciato il Capo dipartimento Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali dell’ENEA, Roberto Morabito, in occasione degli Stati generali sui cambiamenti climatici, promossi dal Governo italiano e in corso di svolgimento a Roma.

“Nella prospettiva di una società low carbon, l’ENEA è impegnata, tra l’altro, nello sviluppo sia di tecnologie per la riduzione delle emissioni di CO2 nei sistemi di produzione e uso dell’energia che di modelli di valutazione dell’impatto dei cambiamenti climatici a varie scale, oltre che nella messa a punto di nuove tecnologie per l’adattamento delle infrastrutture e delle attività umane ai cambiamenti climatici” ha sottolineato Morabito nel suo intervento.

Su questi temi l’ENEA ha appena pubblicato sul suo sito un numero speciale della sua rivista Energia, Ambiente e Innovazione dal titolo Transition and global challenges towards low carbon societies, un documento ufficiale realizzato in occasione del 7° meeting annuale del Low Carbon Society Research Network (LCS-RNet), che si è tenuto a Parigi il 15 e il 16 di giugno in previsione di COP 21.

LCS-RNet è un network di enti e istituzioni di ricerca provenienti da 7 Paesi del G20, tra cui l’Italia, che si propone di accompagnare il processo di formazione e attuazione della legislazione per la mitigazione degli impatti sul sistema climatico. Il Ministero dell’Ambiente, autorità nazionale di riferimento, ha nominato l’ENEA come rappresentante italiano nello steering group di LCS-RNet, all’interno del quale il focal point italiano è il ricercatore ENEA Sergio La Motta.

Lo Speciale è suddiviso in quattro sezioni tematiche: integrazione delle politiche riguardanti i cambiamenti climatici con quelle più tradizionali del settore dell’energia, ovvero sicurezza degli approvvigionamenti e riduzione dei costi; miglior correlazione tra le misure per lo sfruttamento efficiente delle risorse e per la mitigazione del cambiamenti climatici; supporto finanziario per le politiche di adattamento; collaborazione internazionale.

Condividi: