Home Expo 2015 Mobilità sostenibile: ecco le proposte presentate in Expo

Mobilità sostenibile: ecco le proposte presentate in Expo

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

mobilità sostenibileLa mobilità sostenibile e l’efficienza energetica cercano sinergie per migliorare il Green Act del Governo: ecco quali sono le proposte presentate da ANIE Confindustria in Expo.

La mobilità sostenibile, l’efficienza energetica e la creazione di un quadro normativo unico sono solo alcune delle proposte di ANIE Confindustria, presentate nel corso di una conferenza tenutasi di recente in Expo a Milano.

Una proposta che si somma a tutte le altre iniziative mirate a incentivare l’adozione di soluzioni per la mobilità sostenibile. Infatti molte compagnie assicurative propongono già da tempo delle agevolazioni sui costi delle polizze per le auto elettriche.

Per scoprire quali sono le offerte previste per questi veicoli consigliamo di informarsi su Linear e i suoi servizi o su Quixa o ancora su Zurich Connect e tutte le altre compagnie assicurative. Solo in questo modo sarà possibile individuare le soluzioni più convenienti e dare un contributo concreto alla tutela dell’ambiente e delle sue preziose risorse.

Mobilità sostenibile: il primo passo verso un’economia green

Il piano di interventi proposto da ANIE Confindustria mira a integrare il Green Act, il documento di indirizzo strategico sull’economia green che il Ministero dell’Ambiente si appresta a varare.

Per il Presidente Claudio Andrea Gemme, che ha esposto la proposta della Federazione, è essenziale creare dei nuovi modelli e paradigmi che sappiano generare un sistema economico sostenibile e quindi orientato alla difesa delle risorse naturali.

Per la mobilità sostenibile e la diffusione di soluzioni a basso impatto ambientale è stata segnalata l’urgenza di attuare degli interventi alle reti di trasporto ferroviario e metropolitano, senza dimenticare l’elettrificazione dei porti. Per la diffusione di un modello funzionale di e-mobility, ovvero di mobilità verde, sono stati anche suggeriti degli interventi per la creazione di nuove linee urbane con collegamenti multimodali e intermodali con porti e aeroporti, senza poi dimenticare la creazione di nuovi punti di ricarica per le vetture elettriche.

Attuare interventi mirati per un’economia green

Oltre alla mobilità sostenibile, il piano di interventi proposto da ANIE prevede anche la riqualificazione energetica dei vecchi edifici e la creazione di apposite procedure per le nuove costruzioni. La diffusione di edifici a zero impatto ambientale, innovativi e tecnologici dovrà inoltre prevedere anche l’introduzione di apposite certificazioni energetiche che riportino chiaramente tutte le indicazioni in materia di energia rinnovabile, autoconsumo, storage, domotica, impiantistica, illuminazione e consumi.

Creare un quadro normativo unico

Per attuare le proposte e tutti gli altri interventi presentati da ANIE sarà necessario creare un nuovo quadro legislativo, che tenga in considerazione il nuovo modello green e le innovazioni tecnologiche. Tutto questo sarà possibile solo attraverso l’attivazione del Fondo nazionale per l’efficienza energetica, già previsto dal DL 102/2014.

Gli incentivi economici sono una parte fondamentale del progetto, ma non possono garantire i risultati sperati senza una semplificazione delle procedure burocratiche e la considerazione dell’impatto esercitato dai nuovi sistemi tecnologici.

Condividi: