Home News Rafforzata la collaborazione tecnica tra RTE e Terna

Rafforzata la collaborazione tecnica tra RTE e Terna

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
terna spa

terna spaDominique Maillard e Matteo Del Fante, amministratori delegati rispettivamente di RTE e Terna, società che gestiscono le due più grandi reti di trasmissione dell’energia elettrica d’Europa, 105.000 km per la francese RTE e 63.900 per l’italiana Terna, hanno siglato un Memorandum of Understanding con l’obiettivo di intensificare la cooperazione tecnica in diverse aree, nel solco di una lunga e proficua tradizione di mutuo scambio e collaborazione.

Oltre al progetto, i cui cantieri sono in fase di implementazione, della nuova linea elettrica transfrontaliera tra Italia e Francia, denominata Piemonte-Savoia, RTE e Terna intendono rafforzare il comune impegno a favore dello sviluppo delle infrastrutture elettriche di trasmissione nel Centro-Sud Europa e del futuro modello del sistema elettrico europeo.

I due gestori di rete potenzieranno, inoltre, la collaborazione nello scambio di dati e nel coordinamento dell’esercizio del sistema elettrico, attività per la quale già rivestono un ruolo importante nell’ambito dell’iniziativa regionale CORESO.

RTE e Terna, tra le varie aree di comune interesse, condivideranno le loro reciproche esperienze per la Formazione di personale altamente specializzato, richiesta dalla crescente complessità del sistema elettrico europeo interconnesso.

“La cooperazione tra i Gestori di rete” ha commentato l’Amministratore Delegato di RTE Dominique Maillard “è cruciale per la buona integrazione dell’Europa continentale così come dell’area del Mediterraneo. Firmando questo accordo, RTE e Terna riaffermano la volontà di collaborare con l’obiettivo comune di contribuire alla realizzazione di un sistema elettrico europeo affidabile, competitivo e in grado di guadare avanti”.

“Questo accordo” ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Terna Matteo Del Fante “è un ulteriore passo avanti nel rapporto di proficua collaborazione che da anni unisce Terna e il suo omologo francese ben oltre la vicinanza geografica. L’importanza del Memorandum risiede anche nel suo fondamentale respiro europeo, poiché riguarda tutte le principali tematiche su cui si giocherà il futuro del sistema elettrico continentale, dove le reti avranno un ruolo sempre più centrale anche per la piena integrazione della produzione da fonti rinnovabili e per una maggiore indipendenza energetica a livello europeo”.

Condividi: