Home In evidenza Cemento bio? Si può fare!

Cemento bio? Si può fare!

città: Milano - pubblicato il:
lancio cemento biologico italcementi

lancio cemento biologico italcementiIl cemento bio è ormai un pallino fisso per Italcementi tanto che ha messo a punto un nuovo marchio: i.nova.

E Palazzo Italia in Expo è lì a dimostrare, toccando con mano, che la malta cementizia i.active Biodynamic ha delle buone proprietà bio a partire dalle capacità fotocatalitiche ottenute grazie al principio attivo TX Active brevettato.

A contatto con la luce del sole, il principio attivo presente nel materiale consente di catturare alcuni inquinanti presenti nell’aria, trasformandoli in sali inerti e contribuendo così a liberare l’atmosfera dallo smog.

La malta, inoltre, prevede l’utilizzo per l’80% di aggregati riciclati, in parte provenienti dagli sfridi di lavorazione del marmo di Carrara, che conferiscono una brillanza superiore ai cementi bianchi tradizionali.

La dinamicità è invece una caratteristica propria del nuovo cemento bio, che presenta una fluidità tale da consentire la realizzazione di forme complesse come quelle che caratterizzano i pannelli di Palazzo Italia. Grazie alla sua particolare lavorabilità, i.active Biodynamic può penetrare nei casseri, progettati uno a uno, fino a formare il disegno finale del pannello, il tutto garantendo una straordinaria qualità superficiale.

“Anche un settore tradizionale come quello dei materiali per le costruzioni” ha affermato Carlo Pesenti, ora consigliere delegato di Italcementi “è capace di rinnovarsi e di offrire nuove opportunità alla building community. Dalla nostra ricerca nascono performance e soluzioni grazie alle quali le intuizioni di architetti e ingegneri possono prendere forma e dare vita a edifici bellissimi, come Palazzo Italia”.

Condividi: