Home News Tecnologie sostenibili per stimolare la crescita economica

Tecnologie sostenibili per stimolare la crescita economica

città: Milano - pubblicato il:
tecnologie sostenibili dupont

tecnologie sostenibili dupontDurante il convegno Sustainable Technologies: an opportunity to boost growth and enhance competitiveness, organizzato da American Chamber of Commerce Italy in collaborazione con alcune delle maggiori corporate operanti in Italia, sarà presentato il report sulle tecnologie sostenibili sviluppato analizzando il contributo che tecnologie e soluzioni innovative possono giocare come strumento di crescita economica.

Luigi Coffano, Country Leader DuPont Italiana, durante il suo intervento al convegno, illustrerà alcune tra le tante soluzioni sostenibili di DuPont.

La sostenibilità è l’asse portante delle attività di DuPont, spaziando dalla riduzione dell’impronta ambientale dei suoi business e dalla creazione di soluzioni sostenibili orientate al mercato, fino all’impegno nel fronteggiare le sfide globali del futuro, come per esempio la sicurezza alimentare.

In tema di alimentazione è da ricordare il Global Food Security Index, commissionato da DuPont all’Economist Intelligence Unit, uno strumento che utilizzando la ricerca, la compilazione dei dati, i servizi di previsione e di analisi della EIU, permette di valutare lo stato e le cause della sicurezza alimentare in 109 paesi in termini di accessibilità, disponibilità, qualità e sicurezza.

La domanda di risorse naturali, quali acqua e terra coltivabile, aumenterà in modo esponenziale per soddisfare le esigenze nutrizionali di una popolazione in rapida crescita, che richiede una maggiore efficienza anche in agricoltura.

“In tale contesto” spiega Luigi Coffano “DuPont ha sviluppato esclusivi servizi di monitoraggio per il controllo sostenibile delle avversità: per esempio, Evalio Agrosystems, una rete di monitoraggio dei parassiti che, fornendo avvisi in tempo reale per ottimizzare l’uso di agrofarmaci e proteggere resa e qualità delle colture, consente agli agricoltori di applicare la giusta quantità di prodotto al momento giusto, per ottenere il massimo beneficio”.

Tra le tecnologie sostenibili a sostegno dell’agricoltura lanciata da DuPont Pioneer è la gamma di ibridi Optimum AQUAmax, che contribuiscono a ottenere rese più stabili in condizioni di siccità e un potenziale di alte rese in condizioni colturali favorevoli. Grazie all’impegno nella ricerca su queste problematiche, DuPont sta ottenendo concreti progressi nella comprensione dei fattori che contribuiscono alla tolleranza alla siccità. Ciò permetterà di continuare a fornire agli agricoltori ibridi di mais tolleranti, in Europa e in tutto il mondo.

Sempre nell’ambito della sostenibilità ambientale è poi da ricordare come nel corso degli ultimi dieci anni, DuPont abbia investito milioni di dollari e impegnato i suoi scienziati a esplorare e trarre il massimo dalle potenzialità offerte dall’etanolo cellulosico.

In un mondo in cui le risorse naturali sono sempre più limitate, DuPont sta sviluppando la produzione di un etanolo di seconda generazione ottenuto da materie prime locali, rinnovabili e non alimentari, una soluzione più efficiente e sostenibile per ridurre la dipendenza da combustibili fossili, generando energia dai prodotti secondari delle colture agrarie.

Negli oltre 200 siti che possiede in tutto il mondo, DuPont ha drasticamente ridotto il proprio impatto ambientale, e ottenuto notevoli progressi su diversi fronti, raggiungendo con due anni di anticipo gli obiettivi di sostenibilità fissati per il 2015, grazie a un consumo energetico ben inferiore a quello preventivato.

DuPont ha infatti diminuito il proprio consumo di energia assoluta del 6%, ha ottenuto una riduzione del 10,5% delle emissioni di gas serra e ridotto il consumo complessivo di acqua del 9%, con una riduzione del 16% del consumo di acqua in aree di siccità. In DuPont, la crescita sostenibile è caratterizzata da un approccio olistico completamente integrato che include la sicurezza umana e la protezione dell’ambiente, e diventa una priorità di business orientato al mercato in tutta la catena del valore.

Condividi: