Home Imprese Sostenibili Energie rinnovabili: due diversi modelli di valutazione

Energie rinnovabili: due diversi modelli di valutazione

città: Milano - pubblicato il: - ultima modifica: 2 Giugno 2020
sviluppo energie rinnovabili - fonti di energia rinnovabile

sviluppo energie rinnovabiliNonostante la grande crescita a livello mondiale, si tende a sottostimare il grado di sviluppo delle energie rinnovabili.

Le energie rinnovabili sono ormai diventate un metodo collaudato per soddisfare le proprie esigenze energetiche e tutelare allo stesso tempo l’ambiente.

Nonostante l’investimento iniziale, che spesso richiede anche il ricorso a delle particolari soluzioni di finanziamento agevolate, le energie rinnovabili sono ormai considerate una valida soluzione anche per risparmiare e ridurre gli importi delle utenze energetiche.

Per tutte queste ragioni le energie rinnovabili hanno registrato nel corso degli ultimi anni un’enorme crescita, diffondendosi, seppur in modo diverso, a livello mondiale.

Energie rinnovabili: prospettive di crescita a confronto

Proprio per valutare il grado di sviluppo del settore eolico e solare nel corso degli ultimi anni, la IEA, l’Agenzia internazionale per l’energia, ha condotto delle analisi accurate cercando anche di definire le prospettive di sviluppo future.

Il rapporto annuale, il World Energy Outlook (Weo), è infatti considerato un vero punto di riferimento nel campo delle previsioni di sviluppo delle energie rinnovabili. Una certezza venuta meno, visto che a distanza di tempo è stato dimostrato che i dati diffusi non erano così affidabili come si pensava.

L’aspetto che suscita maggiori perplessità riguarda infatti le scarse possibilità di crescita nel pianeta per i settori eolico e solare. Un fenomeno non certo sfuggito a una piccola società indipendente Energy Watch Group, che nel suo recente rapporto annuale sottolinea le continue proiezioni al ribasso fornite dalla IEA. Sembrerebbe che tutte proiezioni fornite dalla grande agenzia internazionale vadano a sottostimare il reale processo di crescita delle energie rinnovabili nel mondo.

Infatti gli obiettivi stimati dalla IEA per la crescita del fotovoltaico per il 2024 sono stati ampiamente raggiunti già nel 2015, e la stessa cosa riguarda la crescita dell’eolico. Anche i modelli applicati per la valutazione degli investimenti risultano sballati e poco coerenti alla realtà e si può dire lo stesso anche per la valutazione dei siti su cui creare nuovi impianti energetici alternativi.

Qual è il motivo di queste valutazioni?

L’aspetto che chiarisce questa strana tendenza al ribasso è la perfetta coincidenza delle stime fatte dalla IEA con quelle elaborate dai principali corporation di combustibili fossili, come: BP, Shell e Exxon Mobil.

La conseguenza più grave di tutto questo meccanismo riguarda l’influenza esercitata sui governi e sulle loro decisioni di investimento nel settore delle energie rinnovabili, con l’effetto di mantenere gli incentivi molto più bassi e limitando le reali possibilità di sviluppo di questo settore.

Il migliore modello di valutazione delle energie rinnovabili

Alla luce di tutto questo, il migliore modello di valutazione sembra essere quello elaborato da Greenpeace, l’unico in grado di raccontare quello che realmente è accaduto, spingendo allo stesso tempo i governi e le istituzioni a investire in un settore che ha ancora grandi potenzialità di crescita. Infatti, secondo il modello di Greenpeace la crescita delle energie rinnovabili dovrebbe seguire un percorso diverso e libero da ogni logica o interesse economico.

Condividi: