Home Curiosità Inaugurata la pista prima pista ciclabile solare

Inaugurata la pista prima pista ciclabile solare

città: Milano - pubblicato il:
SolarRoad

SolarRoadCrescono i campi di utilizzo delle energie solari. L’ultima novità è SolarRoad, la prima pista ciclabile solare.

Le energie rinnovabili potrebbero presto essere in grado di soddisfare la maggior parte dei bisogni energetici del pianeta.

Alla base del loro successo e della loro inarrestabile crescita ci sarebbero senza dubbio il ridotto impatto ambientale e la possibilità di contenere le spese dei consumi energetici di tipo domestico.

Un vantaggio garantito soprattutto se si scelgono delle tariffe per l’energia più convenienti e quindi in grado di adattarsi alle specifiche esigenze di fornitura energetica.

Nonostante la crescita generale delle energie rinnovabili, il fotovoltaico rappresenta il settore che ha registrato uno sviluppo maggiore nel mondo, riportando elevati tassi di crescita sia tra i privati sia tra le imprese. Infatti, secondo l’ultimo rapporto IEA, l’Agenzia Internazionale per l’Energia, la crescita del fotovoltaico avrebbe riportato una più intensa soprattutto nel corso degli ultimi vent’anni, collocando l’Italia nella lista di Paesi che hanno influito maggiormente alla diffusione di queste soluzioni energetiche alternative, con una crescita della domanda pari all’8%.

Energie rinnovabili: debutta in Olanda la prima pista ciclabile solare

Uno dei grandi vantaggi delle energia rinnovabili riguarda senza dubbio la grande flessibilità e l’ampia possibilità di impiego, utile per sfruttarle per qualsiasi tipo di necessità. Un motivo questo che spiegherebbe la continua sperimentazione di nuove soluzioni, che hanno portato alla recente inaugurazione di SolarRoad, la prima pista ciclabile solare realizzata con pannelli incorporati nel terreno.

Il progetto è stato sviluppato ad Amsterdam e la sua realizzazione ha richiesto un investimento di oltre 3 milioni di euro, interamente erogati dalle Istituzioni locali. La pista, che collega la città di Amsterdam con Wormerveer e Krommenie, è percorsa ogni giorno da un numero impressionante dei ciclisti che potranno pedalare sui 70 metri, interamente pavimentati con celle solari in silicio cristallino installate su una superficie di calcestruzzo e ricoperte da uno strato di vetro temperato traslucido, in modo da ridurre il rischio di rotture.

Un rischio comunque ridotto, dal momento che una pista come SolarRoad potrebbe sopportare pesi maggiori, equivalenti a quello di un Tir. Unico limite sembra essere la quantità di energia prodotta dalla pista, circa il 30% in meno rispetto a quella dei pannelli solari collocati sui tetti degli edifici. Il problema in questo caso è dovuto all’impossibilità di scegliere la giusta inclinazione, limitando così le possibilità di irraggiamento della luce solare. Un aspetto su cui gli studiosi stanno già lavorando.

Un nuovo modo di produrre energia pulita

Con SolarRoad si inaugura un nuovo modo di utilizzare le energie rinnovabili nell’ambiente urbano. Una tendenza già sperimentata con successo in America, per esempio, dove sono stati avviati degli studi per la realizzazione di una pavimentazione fatta con pannelli solari per garantire il riscaldamento e quindi lo scioglimento della neve, uno dei principali problemi durante la stagione invernale. Altre applicazioni potrebbero essere l’impiego dell’energia rinnovabile per alimentare le insegne stradali e i semafori.

Condividi: