Home Eco Lifestyle Wax Max: suggestioni africane e design solidale

Wax Max: suggestioni africane e design solidale

città: Milano - pubblicato il: - ultima modifica: 13 Gennaio 2016

wax-max-1Wax Max è un progetto di design solidale che coinvolge laboratori in Africa, a Capo Verde e a Dakar, per incentivare il lavoro femminile e per valorizzare il lavoro artigianale di piccole imprese e cooperative italiane.

Le collezioni, composte da pezzi unici che coniugano artigianalità e design, si arricchiscono così di valore: oggetti belli ed etici realizzati con i tessuti africani.

Il Wax è un tessuto naturale in cotone stampato di alta qualità di origine indonesiana realizzato con la stessa tecnica del batik.

Tutte le decorazioni e i motivi stilizzati recano un messaggio o esprimono gli stati d’animo di chi li crea. Tradizionalmente questo tessuto è utilizzato dalle donne africane per realizzare gonna, blusa e la fascia per il trasporto dei bebè.

Nelle collezioni Wax Max si trovano cover per tablet e pc, astucci e contenitori multiuso, ombrelli, borse, grembiuli, tovaglie, tende, copriletto, cuscini, gonne, pantaloni e impermeabili.

A Milano, in via Nino Bixio 27, si trova il quartier generale di Wax Max, l’atelier dove si sviluppa questo progetto nato dall’iniziativa dell’architetto milanese Elena Vida e della stilista catalana Andrea Folgosa, appassionate dei colori e delle incredibili fantasie dell’African Wax Print Cotton.

Wax Max si trova in alcuni negozi a Milano e in altre città italiane e a Boa Vista a Capo Verde. Temporary shop fino a domenica 22 novembre presso lo spazio Five to Nine di Corso Garibaldi 42 a Milano.

Condividi: