Home News Batterie per auto elettriche: in arrivo un nuovo prototipo

Batterie per auto elettriche: in arrivo un nuovo prototipo

pubblicato il: - ultima modifica: 9 Agosto 2020
batterie per auto elettriche

batterie per auto elettricheUna giovane startup francese ha progettato delle batterie per auto elettriche più durevoli da installare sui veicoli commerciali.

La scarsa durata delle batterie per auto elettriche rappresenta uno dei principali problemi che da sempre ostacolano la crescita delle mobilità green in Italia.

Infatti, nonostante i vantaggi offerti dalle auto elettriche, il fenomeno è ancora contenuto o almeno limitato solo ad alcune Regioni del Nord e del Centro del Paese.

Acquistare un’auto elettrica permette non solo di avere delle agevolazioni sui costi dell’assicurazione auto, ma anche di offrire un significativo contributo alla tutela dell’ambiente e delle sue preziose risorse, seriamente minacciate dai gas di scarico emessi dalle altre vetture.

A favorire l’adozione delle auto elettriche potrebbero contribuire anche le agevolazioni del Decreto Sviluppo del 2015, che garantiscono dei bonus di 3.800 euro per chi rottama la vecchia auto e acquista una elettrica. Inoltre, a rendere l’acquisto ancora più allettante e conveniente, contribuiranno anche le nuove batterie per auto elettriche messe a punto da Carwatt, una giovane startup francese ben determinata a trovare una soluzione a una delle questioni più complesse della mobilità green.

Batterie per auto elettriche a lunga durata: come funzionano?

Le nuove batterie per auto elettriche sono state progettate dal team di Carwatt, giovane società francese, che attualmente ha avviato una collaborazione con Renault per lo sviluppo di altre importanti iniziative a tutela dell’ambiente.

Il primo progetto riguarderebbe proprio la creazione di batterie per auto elettriche più durevoli e la trasformazione dei vecchi veicoli commerciali in mezzi a basso impatto ambientale.

L’annuncio è stato dato dalla stessa Renault Trafic nel corso della Conferenza Onu sul Clima di Parigi. In questa occasione è stato anche presentato il primo veicolo traformato, ovvero da veicolo con motore gasolio in un mezzo elettrico. Per attuare questa trasformazione, i tecnici di Carwatt hanno spiegato di aver utilizzato delle vecchie batterie per auto elettriche, ormai usurate. Grazie a questa soluzione è stato possibile sostituire un vecchio motore endotermico con uno elettrico.

In arrivo altri progetti green

Il secondo progetto su sui stanno lavorando in sinergia i tecnici di Carwatt e della Renault riguarda invece la creazione di sistemi energetici a basso impatto ambientale da offrire alle regioni particolarmente svantaggiate. Si tratterebbe nello specifico di un dispositivo di stoccaggio dell’energia in grado di usare pacchi batteria usati nei quali concentrare l’energia prodotta da pannelli fotovoltaici collegati.

In questo modo sarebbe possibile portare energia elettrica anche in quelle zone che altrimenti resterebbero escluse, garantendo così maggiori opportunità di sviluppo.

Condividi: