Home News Spreco di cibo: ecco come evitarlo a Natale

Spreco di cibo: ecco come evitarlo a Natale

città: Milano - pubblicato il:
spreco di cibo, evitarlo nel pranzo di natale

spreco di cibo, evitarlo nel pranzo di nataleLo spreco di cibo, in Italia, pesa in media 454 euro a famiglia. Le feste sono uno dei momenti in cui maggiormente si rischia di sbagliare le porzioni e di dover buttare ciò che non si mangia.

Ma come fare a evitare lo spreco di cibo in famiglia? Ecco alcuni semplici consigli proposti dalla Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition per evitare di contribuire allo spreco alimentare, che ogni anno in Italia costa circa 37 miliardi di euro, il valore delle 10-20 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari.

La Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition (Fondazione BCFN) è un centro di pensiero e di proposte nato nel 2009 con l’obiettivo di analizzare i grandi temi legati all’alimentazione e alla nutrizione nel mondo. Fattori economici, scientifici, sociali e ambientali vengono studiati nel loro rapporto di causa-effetto con il cibo attraverso un approccio multidisciplinare.

Consigli per evitare lo spreco di cibo

Controllare il frigo e preparare spazio per gli avanzi. Molto spesso abbiamo già in casa tanti prodotti da usare e di cui ci siamo dimenticati, soprattutto in freezer. Oppure ci ritroviamo a voler mettere gli avanzi in frigo, ma è pieno e dobbiamo buttarli. Prima di iniziare le spese per le festività, facciamo un controllo di ciò che abbiamo e ciò che possiamo consumare in vista dei grandi festeggiamenti, così da lasciar spazio al cibo che avanzerà e non essere costretti a buttarlo.

Preparare un menù (non solo per il giorno di Natale). Tutti preparano un menù per le grandi abbuffate di Natale, ma sarebbe molto meglio averne uno anche per i giorni precedenti e successivi, riutilizzando i possibili avanzi. In questo modo si organizzano i pasti in modo da non sprecare tra una festa e l’altra.

Calcolare le porzioni a seconda degli invitati. Non tutti mangeranno la stessa quantità, non tutti mangeranno tutte le pietanze. Può essere utile calcolare quante persone parteciperanno a pranzi e cene per comprare la giusta dose di alimenti. Evitare di esagerare è indispensabile per evitare uno spreco di cibo, risparmiare soldi e aiutare l’ambiente.

Congelare gli avanzi. Avendo lasciato spazio prima delle festività, molti dei prodotti potranno essere messi in frigo o congelati per riscaldarli giorni dopo. Attenzione a non dimenticarcene e a non lasciarli andare a male dentro il frigo.

Preparare minestre con gli avanzi. Molte delle antiche ricette della nonna erano minestre e bolliti di verdura e carne, per evitare di buttare cibo avanzato, anche se di diverso tipo. Su internet possiamo trovare molte ricette da realizzare a seconda di quello che c’è a disposizione, con ingredienti e cibi rimasti da pasti precedenti.

Non spaventarsi davanti alla scadenza. Bisogna ricordare che la scritta consumare preferibilmente entro non vuol dire che la scadenza è rigida, ma che si tratta di un consiglio. Spesso quel prodotto può essere mangiato anche nei giorni successivi, senza creare problemi. Controlliamo e proviamo, prima di buttare via tutto: se odore, aspetto e sapore sono invariati, anche se la data di scadenza è stata superata il prodotto può essere consumato.

Donare il cibo avanzato. In alcuni casi è possibile donare il cibo avanzato ad associazioni che aiutano persone in difficoltà e che operano nel nostro territorio. Ma più semplicemente ricordiamoci che ci sono sempre vicini e parenti con cui condividere. Dopo il cenone, se sono rimaste alcune pietanze non lasciamo andare via i nostri commensali a mani vuote ma distribuiamo fra gli ospiti quello che è avanzato.

Riciclare e/o fare compost. Se proprio non è possibile consumare il cibo avanzato, ricordiamoci di non gettarlo fra i rifiuti indifferenziati, ma di utilizzare la raccolta dei prodotti organici. Meglio ancora sarebbe produrre il compost: ci sono vari strumenti domestici per farlo, da usare poi nel proprio orto oppure per le piante di casa.

Evitare lo spreco di cibo, come potete vedere, è semplice e non comporta faticosi processi. Basta un po’ di attenzione. Buone Feste!

Condividi: