Home Eventi Acqua: no al water grabbing con le migliori tecniche di salvaguardia

Acqua: no al water grabbing con le migliori tecniche di salvaguardia

città: Milano - pubblicato il:
no al water grabbing convegno

no al water grabbing convegnoIl 24 febbraio alle ore 10, presso la sala convegni al padiglione 20 di Rho Milano Fiera, si svolgerà il convegno No al water grabbing: tecnologie e progetti per la salvaguardia dell’acqua (guarda la locandina).

Inverni anomali, estati aride: la salvaguardia dell’acqua è ormai argomento ai vertici della sostenibilità delle aziende italiane. Per conoscere lo stato dell’arte dei progetti e delle tecnologie che implementano progetti di nuova gestione dell’oro blu, Edizioni Green Planner ha organizzato il convegno No al water grabbing che vede la partecipazione di Antonio Lopez di IRSA-CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche/Istituto di Ricerca Sulle Acque, che spiegherà l’importanza del recupero dell’acqua che non deve essere considerato un rifiuto.

Negli ultimi anni è stato modificato il concetto di depurazione, soprattutto per gli scarichi liquidi industriali, spesso inquinanti, che oggi vengono recuperati grazie a sistemi di depurazione molto sofisticati che ne consentono il riutilizzo come acqua ed energia.

Gianni Tartari, altro rappresentante dell’Istituto Ricerche sulle Acque del CNR punterà l’attenzione sulla qualità dell’acqua strettamente collegata alla crescita socio-economica di una società e alla sua consapevolezza e conseguente capacità di limitare l’immissione di inquinanti nell’ambiente e di preservare gli eco-sistemi.

Arianna Facchi spiegherà come risparmiare le risorse idriche a partire da una gestione oculata e razionale dell’irrigazione, causa di maggiori utilizzo di acqua a livello mondiale. Bisogna partire da un’approfondita conoscenza delle risorse a disposizione e lavorare sulla riduzione degli sprechi dovuti a tanti fattori fra cui anche l’evaporazione.

Infine Davide Viaggi dell’Università di Bologna parlerà di irrigazione di precisione e del progetto europeo Figaro che coinvolge agronomi, informatici, ingegneri e sociologi. Il progetto intende realizzare una guida efficiente alla pianificazione degli interventi irrigui in agricoltura.

Tra i relatori anche Fabio Marelli, direttore di MM Spa, la società che gestisce il sistema idrico integrato della Città di Milano dal giugno 2003 e, dallo scorso dicembre, anche il depuratore di San Rocco. Per contenere i costi e le interferenze alla viabilità MM attua e sviluppa l’utilizzo di tecnologie non invasive che consentono per esempio la riabilitazione di importanti arterie acquedottistiche e fognarie con significativi minori impatti sulla viabilità e con benefici socio-ambientali, nonché economici.

Il convegno No al water grabbing: tecnologie e progetti per la salvaguardia dell’acqua si terrà mercoledì 24 febbraio alle ore 10, in apertura della seconda edizione della fiera internazionale MyPlant&Garden a Fiera Milano Rho.

Il convegno offre crediti formativi ad Agronomi, Architetti e Giornalisti. Il Convegno No al water grabbing è infatti organizzato in collaborazione con l’Ordine dei dottori Agronomi e dei dottori Forestali di Milano (0,0375 Cfp) e con l’Ordine degli Architetti PPC di Milano (3 Cfp). I Giornalisti avranno 3 Cfp: iscrizioni in corso sulla piattaforma Sigef.

L’iscrizione online al convegno, a partecipazione gratuita, vi permetterà inoltre di ricevere il biglietto omaggio per entrare in fiera.

Condividi: