Home Eco Lifestyle Gli artigiani del riuso, imparare a riutilizzare

Gli artigiani del riuso, imparare a riutilizzare

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
riuso e riciclo

riuso e ricicloIl riuso è un’azione che permette di riutilizzare in modo strategico e proficuo le risorse che già possediamo, creando occupazione e consapevolezza ambientale.

Per questo Megahub, spazio di coworking manifatturiero di Schio, in provincia di Vicenza, ha organizzato un evento dedicato ad approfondire le opportunità lavorative che possono nascere da questo ambito, ospitando persone, aziende e associazioni che lavorano quotidianamente e concretamente con il riuso e il riciclo.

Nel primo pomeriggio del 27 febbraio le persone verranno accolte con dei workshop di riciclo. Sarà possibile costruire giocattoli con carta riciclata, insieme a Cooperativa Culturalmente, ridare vita a vecchi pc con Avilug e il software libero, trasformare materiali di scarto in strumenti musicali, grazie ai ragazzi di Perdintorni.

Alle 16 Alessandro Giuliani, fondatore di Mercatopoli e Baby Bazar, racconterà i percorsi di formazione che la sua azienda, attraverso i fondi del progetto Garanzia Giovani della Regione Veneto, ha organizzato per i ragazzi tra i 18 e i 29 anni che vogliono diventare Operatori ai servizi di vendita nel settore Riuso.

Nuove esigenze, nuove professionalità. A questo progetto hanno collaborato Formaset, la Rete ONU (Rete Nazionale degli Operatori dell’Usato) e l’Università di Verona. In seguito a questo intervento, la parola passerà a Fabio Cardullo, un musicista che con il materiale di scarto si è creato un’identità artistica e musicale: a partire dalla Lampion Guitar, una chitarra nata da un vecchio lampione.

Alle 18 infine, la proiezione di RePLAY, un film documentario presentato in anteprima durante l’edizione 2015 del festival Cinemambiente di Torino. Un viaggio per l’Italia che racconta le esperienze degli artigiani che usano come materia prima oggetti o materiali che vengono normalmente considerati scarti o rifiuti. L’ingresso è gratuito.

Condividi: