Home Agricoltura 4.0 Airpack, un kit di ISPRA per parlare di qualità dell’aria a scuola

Airpack, un kit di ISPRA per parlare di qualità dell’aria a scuola

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
airpack qualità dell'aria a scuola

airpack qualità dell'aria a scuolaSalute e benessere dell’ambiente scolastico: ISPRA promuove un kit, Airpack, contenente informazioni e materiali per insegnare la qualità dell’aria nelle scuole.

Se ne parlerà inoltre in un incontro a Roma il prossimo 17 febbraio, presso la Sala convegni USR (via Luigi Pianciani 32; inizio alle ore 9:30).

Smog, sostanze chimiche, ma anche temperatura, rumore e illuminazione: sono questi alcuni degli indicatori che determinano il comfort e la qualità dell’aria negli ambienti chiusi, tema che assume ancora più importanza quando si tratta di bambini, ancora più vulnerabili ai contaminanti ambientali in particolare se soffrono di allergia e asma.

Airpack, sensibilizzare sulla qualità dell’aria nelle scuole

Per prevenire i rischi sulla salute, la scuola, dove i piccoli vivono gran parte della loro giornata, dalle 4 alle 8 ore giornaliere per almeno 10 anni, può giocare un ruolo fondamentale.

Con l’obiettivo di promuovere la conoscenza sul tema ISPRA, ALAMA aderente a FederASMA e ALLERGIE Onlus, e USR presentano Airpack, il primo toolkit multimediale, realizzato nell’ambito del progetto internazionale SEARCH promosso del Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, contenente materiali didattici in grado di aiutare gli insegnanti a preparare lezioni sulla qualità dell’aria nelle scuole e sulle azioni da intraprendere per migliorare l’ambiente in aula.

Il funzionamento del kit, destinato ad alunni di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni, sarà illustrato davanti a una platea di dirigenti scolastici, docenti, responsabili di strutture scolastiche e altri soggetti coinvolti e interessati nella gestione e nella fruizione degli spazi scolastici. All’evento parteciperanno, tra gli altri, il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, Barbara Degani, il Direttore Generale dell’ISPRA, Stefano Laporta e il Direttore Generale dell’USR Lazio Gildo De Angelis.

Condividi: