Home Green Jobs Un futuro di valore: le borse di studio di Manutencoop

Un futuro di valore: le borse di studio di Manutencoop

città: Milano - pubblicato il:
un futuro di valore manutencoop

un futuro di valoreUn futuro di valore è un’iniziativa di Manutencoop Facility Management, gruppo italiano attivo nell’integrated facility management, che premia ogni anno gli studenti, figli dei propri dipendenti, più meritevoli di tutta Italia.

Quest’anno l’importo complessivo delle borse di studio Un futuro di valore assegnate dal Gruppo, che verranno consegnate a 247 studenti, di cui 59 universitari (1.000 euro ciascuno) e 188 iscritti alle scuole superiori (400 euro ciascuno), porta a oltre 755.000 euro l’ammontare totale di fondi destinati all’iniziativa da parte del Gruppo nelle diverse edizioni.

Dall’avvio del progetto, nel 2010, a oggi, sono stati ben 761 i ragazzi premiati e molti di questi hanno ricevuto il sostegno economico di Manutencoop Facility Management ogni anno, per l’intero percorso di studi. Tra gli studenti premiati quest’anno, il 77% è costituito da figli di operai, mentre oltre il 19% da figli di lavoratori immigrati.

Le cerimonie di assegnazione degli ambiti riconoscimenti, a cui interverranno il Top Management di Manutencoop Facility Management e rappresentanti delle istituzioni locali, toccheranno tutte le principali sedi del Gruppo in Italia: da Bologna a Milano, da Roma a Bari, da Mestre a Torino, dove l’iniziativa si concluderà il prossimo 31 marzo 2016.

Questo il calendario dettagliato delle premiazioni previste nelle prossime settimane: 3 marzo, Imola; 7 marzo, Firenze; 8 marzo, Modena; 9 marzo, Bologna; 15 marzo, Roma; 17 marzo, Bari; 23 marzo, Mestre; 30 marzo, Milano; 31 marzo, Torino.

Le domande di partecipazione a Un futuro di valore pervenute quest’anno sono state complessivamente ben 315, di cui 188 per le superiori e 59 per l’Università. La partecipazione all’iniziativa, avviata lo scorso luglio, era riservata ai figli dei dipendenti del Gruppo MFM a tempo indeterminato (97% dell’organico complessivo) assunti da almeno 12 mesi e in dettaglio.

Per quanto riguarda gli studenti delle scuole superiori, i partecipanti dovevano aver superato l’anno scolastico 2014/2015 con una media dei voti superiore a 7,5/10, escludendo le valutazioni in educazione fisica, religione e condotta.

Per quanto riguarda gli studenti universitari, sia di atenei pubblici che privati, i partecipanti dovevano essere in corso con gli esami, avendo superato almeno i 2/3 di quelli previsti dal proprio piano di studi, e aver conseguito una media dei voti superiore ai 27/30.

Condividi: