Home Smart City Let’s clean up Europe 2016: come partecipare

Let’s clean up Europe 2016: come partecipare

pubblicato il: - ultima modifica: 13 Ottobre 2021
let's clean up europe

let's clean up europeC’è tempo fino a venerdì 15 aprile per registrare la propria azione e partecipare alla terza edizione di Let’s Clean Up Europe, la campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti in programma dal 6 all’8 maggio.

Tutti coloro che vogliono proporre e organizzare, sull’intero territorio nazionale, azioni di raccolta e pulizia straordinaria dei rifiuti su un’area verde, un parco, una piazza, una spiaggia o in generale un’area che sta a cuore, possono partecipare a Let’s Clean Up Europe registrandosi esclusivamente online su www.envi.info o www.menorifiuti.org.

A Let’s Clean Up Europe possono aderire istituzioni ed enti locali, associazioni di volontariato, scuole, gruppi di cittadini, imprese e ogni altra tipologia di enti. Una volta validata l’azione di pulizia, sarà cura di AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale), coordinatore a livello europeo dell’iniziativa, inviare, oltre al materiale comunicativo (logo, banner per siti web e file per poster da stampare), una bandiera con il logo della manifestazione.

Ai partecipanti non rimarrà dunque che rimboccarsi le maniche e inviare immagini e/o video dei volontari in azione anche attraverso i social network (Let’s Clean Up Europe è su Twitter e Facebook, hashtag #cleanupeurope) oppure inviando all’indirizzo di posta elettronica [email protected]. Solo compilando correttamente l’indirizzo del luogo in cui si svolgerà l’azione, si potrà essere inseriti nella mappa dei Clean Up che si terranno in tutta Italia.

Una volta conclusa l’azione, sarà fondamentale compilare il questionario di valutazione di cui verrà inviato il link. Nel questionario verrà richiesta la quantità di rifiuti raccolti (in kg), suddivisi anche per categoria (vetro, plastica), il numero dei partecipanti, oltre a consigli e suggerimenti! Per maggiori informazioni su come organizzare un’azione di clean-up si possono consultare le linee guida online.

Quest’anno le azioni si concentreranno dal 6 all’8 maggio, con la possibilità di organizzare attività per tutto il periodo dal 1 al 15 per garantire la massima partecipazione possibile. L’Italia è uno dei paesi europei che aderiscono all’iniziativa, grazie al coordinamento del Ministero dell’Ambiente e al Comitato Promotore italiano che organizza la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti da ormai 8 anni.

L’anno scorso in Italia sono state organizzate 375 azioni in totale: un ottimo risultato che ha quasi triplicato le iniziative messe in atto nella prima edizione. Tuttavia c’è ancora molto da fare per contrastare l’abbandono dei rifiuti.

Condividi: