Home Agricoltura e Bio Progetto Regis: ridiamo i giardini storici ai cittadini

Progetto Regis: ridiamo i giardini storici ai cittadini

città: Milano - pubblicato il:
progetto regis

progetto regisNasce a Milano il progetto ReGiS per valorizzare il patrimonio dei giardini storici lombardi attraverso un vero e proprio Piano di Gestione che prevede anche un forte impegno da parte della cittadinanza.

A proporlo è la Rete dei Giardini Storici, ReGis, che opera qui con un finanziamento di Fondazione Cariplo.

Il progetto ReGiS si occupa di elaborare strategie per la fruizione pubblica dei giardini e strumenti tecnici come il Piano di Gestione Programmata, e di promuovere eventi pubblici compatibili, integrando l’offerta culturale legata alla fruizione dei giardini storici con l’offerta e le dinamiche dei circuiti turistici, inserendo così i giardini nei processi dello sviluppo economico locale.

Attraverso il lavoro collaborativo di una rete di comuni ed Enti territoriali, Istituzioni culturali e scientifiche, tecnici, operatori e professionisti, sono stati presi in esame dieci importanti casi studio nell’area milanese, evidenziando valori, criticità e potenzialità di ogni sito.

È stato poi realizzato, tramite l’organizzazione di seminari, viaggi studio, visite guidate e attività di educazione permanente, un percorso di sensibilizzazione rivolto al pubblico di tutte le età, e di formazione e aggiornamento professionale rivolto ai tecnici comunali e agli operatori del settore, sulle principali tematiche legate verde storico e alla sua gestione.

Seguendo i migliori modelli sviluppati all’estero – per esempio quanto già applicato dalla National Trust britannica – il progetto Regis ha elaborato linee guida per la gestione integrata delle azioni di conservazione e di valorizzazione nei giardini storici e Piani di Gestione Programmata, strumenti pratici dai quali si trae una visione strategica per la manutenzione dei giardini.

Un esempio è il Giardino di Villa Ghirlanda Silva a Cinisello Balsamo. La villa, costruita nel 1660, ha ospitato per due secoli i Conti Silva, che trasformarono il giardino secondo lo stile inglese, per poi passare nelle mani di Girolamo Ghirlanda. A metà degli anni ’70 è diventata patrimonio comunale.

“Vogliamo restituire il parco di Villa Ghirlanda ai cittadini, sensibilizzandoli a considerarlo come un loro bene” ci dice Andrea Catania, assessore alle politiche culturali del Comune di Cinisello Balsamo “con l’impegno di tutti, delle amministrazioni e dei cittadini. La nascita di un gruppo di lavoro di volontari, per esempio alcuni si occupano del controllo e della cura del giardino, è un altro elemento chiave”.

I giardini storici coinvolti nel progetto ReGiS

L’iniziativa del progetto ReGiS ha come oggetto dieci siti dell’area milanese, nei quali sarà possibile visitare la mostra dedicata al progetto. Oltre al Giardino di Villa Ghirlanda Silva, vi sono: il Giardino di Villa Raimondi (Minoprio), il Giardino di Villa Visconti Borromeo Litta (Lainate), il Giardino di Villa Cusani Traversi Tittoni (Desio), i Giardini di Villa Mylius e Villa Zorn (Sesto San Giovanni), i Giardini Reali (Monza), il Giardino Sola Cabiati (Gorgonzola), il Giardino Sanatorio Regina Margherita (Legnano) e il Giardino di Villa Confalonieri (Merate).

ReGiS, Rete dei Giardini Storici, si è costituita nel dicembre 2008 per coadiuvare le Amministrazioni locali, o Enti territoriali, nel trovare le più idonee soluzioni ai problemi di conservazione, uso e gestione di giardini e parchi storici di loro proprietà.

L’idea è di fornire ai tecnici e agli operatori impiegati presso i vari Enti consulenza su diverse problematiche di conservazione (ordinaria e straordinaria) e valorizzazione dei siti aperti al pubblico; possono attingere a informazioni e materiali messi a disposizione da Università, professionisti e studiosi coinvolti nel progetto, o in occasione degli incontri organizzati dall’associazione, e fruire di un canale di dialogo/confronto con istituzioni e soprintendenze, al fine di potenziare la tutela di questi beni di interesse storico-culturale e paesaggistico.

La ReGiS organizza incontri, riunioni e seminari tra amministratori locali, tecnici, progettisti, giardinieri, nonché studiosi ed esperti di storia del giardino e di botanica di tutta Europa; promuove tavoli di lavoro, momenti di scambio e confronto, e corsi di perfezionamento teorico-pratici per giardinieri, in collaborazione con gli Istituti di formazione specialistici; contribuisce a diffondere la cultura del giardino organizzando iniziative di valorizzazione compatibili con le esigenze di conservazione dei siti.

Condividi: