Home Imprese Sostenibili Asja vende a CVA gli impianti eolici di Laterza

Asja vende a CVA gli impianti eolici di Laterza

pubblicato il: - ultima modifica: 2 Giugno 2020
parco eolico laterza

asja parco eolico laterzaAsja, azienda che opera nel mercato della produzione di energia da fonti rinnovabili con oltre 50 impianti realizzati e gestiti sia in Italia che all’estero, e produttrice del microcogeneratore TOTEM, ha venduto i suoi due parchi eolici di Laterza (TA) a C.V.A. (Compagnia Valdostana delle Acque), operatore di spicco nel panorama europeo per la produzione di energia da idroelettrico, eolico e fotovoltaico con oltre 1.000 MW di potenza installata.

I due impianti, per complessivi 22,2 MW, sono stati progettati, realizzati e allacciati da Asja tra il 2012 e il 2013 e, grazie agli 11 aerogeneratori Gamesa modello G97 installati, hanno già prodotto oltre 146.500 MWh di energia pulita.

Ogni torre è alta circa 80 metri e i rotori hanno un diametro di 97 metri. Sulla base delle caratteristiche di ventosità del sito è attesa una produzione annua di energia elettrica pari a circa 50 GWh.

Per questa operazione Asja è stata assistita dal team di Corporate & Investment Banking di Banca Popolare di Bari e dall’Ufficio Affari Legali interno dell’azienda.

CVA è stata assistita da Hideal Partners in qualità di M&A e financial advisor, e dallo studio Crowe Horwath in qualità di legal advisor.

“Stiamo crescendo molto sia in Italia, sia all’estero.” dichiara Agostino Re Rebaudengo, fondatore e presidente di Asja “Progettare, costruire e gestire impianti che producono energia rinnovabile è il nostro business storico, l’attività di asset turnover è quindi naturale complemento per continuare a crescere”.

Il Presidente di C.V.A., Riccardo Trisoldi dichiara: “Attraverso questa acquisizione il Gruppo CVA continua nella propria crescita nell’ambito della generazione eolica, che raggiunge ora i 90MW di capacità installata, consolidando al contempo la propria posizione di spicco nella generazione di energia da fonti rinnovabili in Italia, raggiunta attraverso un piano di investimenti che negli ultimi anni è stato caratterizzato da realizzazioni di impianti non solo idroelettrici, ma anche fotovoltaici ed eolici”.

Condividi: