Home Agricoltura 4.0 People4Soil, è il momento di salvare i suoli in Europa

People4Soil, è il momento di salvare i suoli in Europa

people4soil protezione dei suoli

people4soil protezione dei suoliL’iniziativa dei cittadini europei (ECI) People4Soil è stata registrata alla Commissione Europea: a partire da settembre è previsto il lancio della petizione che reclama dalle istituzioni europee l’adozione di una direttiva quadro sulla protezione dei suoli.

La campagna durerà un anno e richiederà la raccolta di un milione di firme in tutti gli Stati Membri. Il network di People4Soil include una molteplicità di organizzazioni di tutta Europa: società scientifiche, organizzazioni di società civile, associazioni ambientaliste, di agricoltori, di promozione dell’agricoltura biologica.

Firmando la ECI i cittadini reclamano la tutela del suolo in quanto principale risorsa naturale del continente, in grado di garantire sicurezza e sovranità alimentare, accogliere biodiversità, mitigare il cambiamento climatico, assicurare la gestione dei rischi idrogeologici.

Per queste ragioni è necessario e urgente sviluppare una cornice legislativa di tutela in grado di coprire le principali minacce quali erosione, impermeabilizzazione, perdita di humus, contaminazione, contenente misure coerenti con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, nonché con gli impegni globali in materia di mitigazione del cambiamento climatico.

Il suolo deve essere riconosciuto come un bene comune essenziale per la nostra vita, la sua conservazione deve diventare un impegno primario dalle istituzioni europee: questa è la richiesta sottoposta dalle oltre 300 organizzazioni, di tutti gli Stati Membri, che hanno già aderito all’iniziativa People4soil.

“Per molti anni l’Unione Europea è stata un faro globale nelle politiche ambientali, in materia di inquinamento dell’acqua e dell’aria, conservazione della natura, riduzione dei rifiuti, rischi industriali. Oggi 500 milioni di cittadini vivono in un ambiente più sano grazie alle politiche europee. Noi cittadini europei ora chiediamo alle nostre istituzioni rappresentative di farsi carico del capitolo più decisivo: tutelare i suoli, contrastandone la cementificazione, il degrado e la contaminazione. L’Europa non è una bandiera ma un progetto: vogliamo essere cittadini di una Unione che si consolida a partire dalla tutela del bene comune”.

Condividi: