Home Eco Lifestyle Buzzz, una luce che prende ispirazione dalla Luna

Buzzz, una luce che prende ispirazione dalla Luna

città: Milano - pubblicato il:
buzzz di buzzi & buzzi

buzzz di buzzi & buzziUn nome che si ispira alla storia per raccontare la nascita di una luce unica: Buzzz, apparecchio a incasso a scomparsa totale ci porta direttamente sulla Luna, in un omaggio a Buzz Aldrin il secondo uomo ad aver calpestato il suolo lunare.

L’ambiente si accende di mistero, le ombre si allungano, la tecnologia lascia il posto alle emozioni grazie a questo apparecchio che evoca atmosfere oniriche, in cui la luce diventa ambasciatrice di un messaggio preciso che prende spunto dal nostro satellite e dalla sua poesia.

Buzzz è pura luce bianca che appare in tutta la sua delicatezza per creare suggestioni dalle diverse sfaccettature: visto da terra, brilla all’interno delle architetture, un satellite luminoso che definisce gli spazi, li determina, li apre a nuova vita, per esaltarne le caratteristiche principali e i dettagli più preziosi.

Un prodotto dal design esclusivo e ricercato, in cui eleganza e tecnica si fondono per dare risalto al fascio luminoso, i cui raggi abbracciano l’ambiente in una perfetta proporzione tra eleganza, purezza e geometria. Buzzz è realizzato in AirCoral un materiale eco-attivo, antinquinante, antibatterico e fotocatalitico, che è in grado di migliorare la qualità della vita di chi abita gli spazi in cui viene installato.

Oltre a mantenere le caratteristiche estetiche e di resistenza del Coral, AirCoral svolge un’azione battericida contro agenti patogeni di malattie potenzialmente gravi e di degradazione degli elementi inquinanti presenti nelle città.

Questo materiale purifica l’aria e rende più puliti, salubri e igienici gli ambienti in cui viene collocato, riducendo gli effetti nocivi dei principali agenti inquinanti ed esercitando la propria azione anche in assenza di luce.

Buzzz è un prodotto dal design esclusivo e ricercato di Buzzi & Buzzi, azienda lombarda che opera nel settore lighting.

Condividi: