Home Smart City Al lavoro in bicicletta? Ora è possibile anche per l’INAIL

Al lavoro in bicicletta? Ora è possibile anche per l’INAIL

città: Milano - pubblicato il: - ultima modifica: 11 Aprile 2020
lavoro in bicicletta

lavoro in biciclettaAndare al lavoro in bicicletta è finalmente possibile! Non è una battuta fuori luogo ma la realtà: fino a oggi, infatti, l’INAIL risarciva un eventuale danno subito andando al lavoro in bicicletta soltanto se l’incidente era occorso su una pista ciclabile (vogliamo mappare quante piste ciclabili ci sono nelle città italiane?).

Quindi, più volte è stato richiesto ai ciclisti incidentati di dimostrare che l’uso della bici era necessitato per assenza o insufficienza di mezzi di trasporto e per la non percorribilità a piedi del tragitto.

Si deve invece al recente collegato ambientale alla Legge di Stabilità 2016 il cambiamento dovuto: in questo modo il mezzo a due ruote in caso di incidente è equiparato a un mezzo pubblico e indennizzato in termini di infortunio in itinere, cioè avvenuto durante uno spostamento casa-lavoro.

D’altra parte perché penalizzare chi va al lavoro in bicicletta quando tutti gli incidenti in automobile erano tutelati e non discriminati in questo modo? Un ulteriore passo in avanti verso forme di mobilità sostenibile.

Condividi: