Home Smart City Mobilità sostenibile, una consultazione sui modelli di mobilità

Mobilità sostenibile, una consultazione sui modelli di mobilità

pubblicato il: - ultima modifica: 13 Ottobre 2021
mobilità sostenibile

mobilità sostenibileNelle nostre città a che punto è lo sviluppo di una mobilità sostenibile ed efficiente?

Spesso non ancora sviluppata a giudicare dai problemi che i cittadini devono quotidianamente affrontare.

Congestione del traffico, livello di incidentalità, emissioni inquinanti, trasporto pubblico non rispondente alle esigenze dei cittadini, degrado delle aree urbane (dovuto all’occupazione di automobili a discapito dei pedoni) e consumo di territorio: sono i tanti problemi che abbassano la qualità e la sostenibilità della vita nei centri urbani.

Da questi problemi nasce l’interrogativo su come spostare persone e merci in un modo più efficace, efficiente e, soprattutto, sostenibile.

Mobilità urbana sostenibile ed economia verde dovrebbero essere i pilastri di una politica dei trasporti che mette i cittadini al centro di un progetto che faciliti i movimenti, decarbonizzi i trasporti e sfrutti le potenzialità offerte dai progressi tecnologici.

Bisogna puntare quindi sulla multimodalità dei sistemi di trasporto, su un riequilibro modale dalla gomma al ferro, su un’integrazione della mobilità individuale privata con quella collettiva o disponibile in condivisione, su una pianificazione integrata, su sistemi intelligenti e non inquinanti per la mobilità urbana e sulla promozione di una tassazione intelligente per incoraggiare gli utenti a modificare le proprie abitudini di mobilità.

La promozione di una nuova cultura della mobilità rappresenta la strategia più adeguata, nel lungo periodo, per affrontare le questioni connesse alla congestione delle città e a quanto da essa deriva.

Ruolo centrale ricopre l’educazione a un nuovo modello, più sostenibile, basato sull’attenzione ai temi ambientali e la condivisione, con un forte orientamento alla multimodalità e all’interoperabilità dei mezzi nel particolare, e in generale a un approccio più sostenibile al mondo dei servizi pubblici locali.

Cittadinanzattiva, organizzazione non profit fondata nel 1978, intende intervenire in tale ambito attraverso la promozione di modelli di mobilità più sostenibili e con il coinvolgimento e la partecipazione dei cittadini; le linee di azione individuate e seguite con questo progetto sono:

  • la promozione della partecipazione civica come asset strategico per la qualità dei servizi di mobilità (in primis dei trasporti pubblici locali)
  • le attività di informazione sul nuovo paradigma della mobilità sostenibile e dell’accesso al servizio di mobilità che supera e va oltre il concetto di possesso del mezzo
  • le attività di sensibilizzazione ed educazione volte alla promozione di nuovi modelli di mobilità, alla multimodalità e l’intermodalità

La finalità generale del progetto di Cittadinanzaattiva sarà quella di sensibilizzare i cittadini su questi temi, di educarli a diversi e nuovi modelli più sostenibili e responsabili, nonché interrogarli e coinvolgerli nella individuazione delle eventuali criticità e punti di forza legate alla loro diffusione.

Condividi: