Home Eco Lifestyle Errori di fatturazione luce e gas: come chiedere il rimborso?

Errori di fatturazione luce e gas: come chiedere il rimborso?

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
errori di fatturazione luce e gas

errori di fatturazione luce e gasLa procedura da seguire per chiedere il rimborso per errori di fatturazione luce e gas non è affatto complessa, basta prestare attenzione ad alcuni passaggi e rispettare le tempistiche.

La motivazione più diffusa, e spesso alla base di molti reclami, è rappresentata dagli importi decisamente elevati delle bollette, lontani dai costi medi pagati abitualmente. La prima cosa da fare in questi casi è leggere tutte le voci riportate in bolletta in modo da accertarsi che la causa non sia da rintracciare a un possibile conguaglio dei consumi.

In caso di conguagli e di cifre particolarmente elevate, è bene sapere che è diritto dell’utente richiedere anche un pagamento rateale. Se però la motivazione dei costi elevati riportati nelle bollette di luce e gas non dovesse essere riconducibile a un conguaglio, allora si potrà intraprendere la procedura di reclamo.

In casi del genere la prima cosa da fare è contattare il Servizio Clienti della propria compagnia energetica e segnalare l’accaduto. Non è infatti da escludere che il problema possa risolversi in questo modo. Se anche questo tentativo dovesse fallire è dunque certo che alla base dei costi elevati delle bollette ci sia un problema più complesso.

Come inoltrare un reclamo per errori di fatturazione luce e gas

Per inoltrare un reclamo in caso di errori di fatturazione luce e gas è essenziale il rispetto delle tempistiche e l’attenta osservazione delle procedure. Per inoltrare il tuo reclamo dovrai spedire una comunicazione in forma scritta alla compagnie energetica, in cui sono riportate in maniera dettagliata tutte le informazioni utili per identificare e descrivere il problema.

Per avere la certezza che il documento giunga a destinazione è opportuno inviare la comunicazione tramite raccomandata A/R. Alla comunicazione scritta è opportuno allegare anche una copia della bolletta incriminata e una copia del documento di identità dell’intestatario dell’utenza.

Dal giorno di consegna della segnalazione scritta, la compagnia energetica avrà 40 giorni di tempo per rispondere alla richiesta dell’utente e per fornire una valida spiegazione. Se l’azienda dovesse confermare l’errore di fatturazione avrà altri 90 giorni di tempo per effettuare nuovamente il calcolo dei consumi e rimborsare la cifra pagata in eccesso.

Capita spesso che gli utenti paghino le bollette entro le date di scadenza, per rendersi conto solo più tardi dell’anomalia dell’importo. Con il reclamo è possibile ottenere un rimborso che l’azienda potrà versare inviando un assegno non trasferibile oppure stornando dalla bolletta successiva la cifra pagata in eccesso.

Se nonostante le segnalazioni fatte al Servizio Clienti e l’invio della documentazione, l’azienda fornitrice non dovesse fornire alcuna spiegazione o risposta, sarà opportuno rivolgersi allo Sportello per il Consumatore dell’Aeegsi, Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico.

Si tratta di un servizio pensato appositamente per fornire tutte le informazioni e l’assistenza ai clienti finali e ai consumatori-produttori di energia elettrica e gas. Grazie a questo servizio si potrà usufruire di un canale privilegiato per entrare in contatto diretto con la controparte e risolvere in minor tempo la questione.

Errori di fatturazione luce e gas o scelta errata della tariffa?

Gli errori di fatturazione luce e gas possono essere una delle motivazioni alla base delle improvvise variazioni delle bollette di luce e gas. Non è infatti da escludere che gli importi troppo elevati e non proporzionali ai consumi reali siano spesso la conseguenza di una tariffa luce o gas non conveniente o non adatta alla proprie esigenze e abitudini di consumo.

Per fare un esempio pratico, si potrebbe pensare alla convenienza di una tariffa bioraria rispetto a una monoraria, una scelta davvero vantaggiosa se i consumi energetici si concentrano solo nei weekend o in serata.

Certo la scelta della tariffa luce o gas non è sempre rapida e immediata a causa dell’elevato numero di offerte e soluzioni proposte dal mercato energetico.

Per queste ragioni il supporto di un comparatore di tariffe, come SuperMoney, potrebbe rivelarsi davvero utile. Infatti, inserendo poche informazioni e fornendo alcune indicazioni in merito alle proprie abitudini di consumo, è possibile individuare in pochi minuti l’offerta più vicina alle proprie esigenze e iniziare subito a risparmiare.

Condividi: